sabato 15 maggio 2010

.. come sempre tocca a chi paga tutto ..

come sempre paga chi ha sempre pagato: e a volte paga in maniera definitiva. E come se non bastasse ora mettono in atto quanto annunciato: una legge di stabilità che taglia pensioni, salari e, indirettamente, sanità. Una crisi che non ha ancora finito di fare danni ora si ritorce contro chi da sempre ha pagato tutto e ha dato prova di pazienza e responsabilità mentre altri, le cicale (banche, speculatori, istitusioni finanziarie, evasori, elusori, e politici ad essi collegati), facevano il proprio comodo: mica i governi si rivoltano contro di essi anzi si svenano (e ci svenano) per tenerle in piedi e rifinanziarle come dicevo a nostre spese. E lo fanno in maniera durissima per giunta. Ci hanno parlato della ricerca della felicità e dell'amore ma tuto quello che in realtà sanno fare è amare i propri soldi e la propria felicità e per dirla tutta hanno messo in piedi un carrozzone da ridere quando hanno mandato un segnale ai mercati con la creazione del fondo di crisi perchè con esso hanno sostenuto bellamente che avrebbe salvato gli stati dalla speculazione: non è così perchè hanno solo imbandito una tavola a cui gli squali partecipano bellamente perché hanno capito che possono scorrazzare come vogliono e non c'é nessuno che possa, e voglia soprattutto, fermarli, in pratica li hanno invitati ad essa. Si dirà: che altro potevamo fare? E' vero che siamoglobalizzati; ed è anche vero che dipendiamo dal cosiddetto emrcato in quanto consumatori perchè nel nostro paese non si produce più nulla, nemmeno la cultura... tutto vero. Però gli strumenti ci sono per fargli paura: ad esempio una bella tassa sulle rendite finanziarie; ad esempio il divieto di emettere bond spazzatura; ad esempio un meccanismo di difesa dei salari e dei profitti reinvestiti; ad esempio un reale class-action e non la buffonata da poco approvata; ad esempio un bel corso forzoso per i titoli pubblici a tasso bloccato; ad esempio il chiedere i danni a chi governa male; pene severe, non amministrative, per chi evade ed elude; basta condoni (ne stanno preparando almeno due); blocco delle tariffe pubbliche o date in cocessione; minaccia di nazionalizzare quelle industrie che chiudono onon in conseguenza della crisi (e sono la maggioranza) con conseguente gestione affidata in copperativa ai lavoratori (e vediamo se non gestiscono meglio); incentivi per le aziende realmente in crisi (con richiesta di restituitire i soldi se fanno le furbacchione); e si potrebbe continuare ...... per esempio mettendo fine al precariato imoponendo di assumere giovani al posto delle persone che vanno in pensione.... ma si sa le cose succitate sono da comunisti.....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore