giovedì 3 novembre 2011

sotto esame ...

Ricordate qualche settimana fa? C'era anche chi si spingeva a profetizzare che entro l'anno tutto si sarebbe risistemato... e invece siamo ancora alle convulsioni. Deputati in fuga; Senatori che firmano appelli che poi in un modo o in un altro rimangiano o ritirano; mi si vede di più se metto la fiducia o no? Mi si vota se parlo male di più del pdmenoelle o se non parlo del conflitto d'interessi? Una bolgia infernale: dopo aver invaso "Roma" i barbari l'anno depredata e ora si ritirano scompostamente nelle loro frontiere; é proprio la fine dell'impero: in sedicesimi rispetto al vero impero, più in crisi di noi, di cui siamo solo provincia estrema e secondaria... non é ancora il "si salvi chi può" ma ormai l'abisso é davanti e in casi come questi la lotta non é a salvare più persone possibili ma gettarne il più possibile al proprio psoto per farsi spazio. Mercati, veri pardoni del vapore, istituzioni internazionali (UE, BCE, FMI, ecc.) guidate da prodi tedeschi e francesi premono per darci saldare il conto che altrimenti loro dovrebbero pagare con non pochi problemi in vista delle elezioni che per chi guida questi paesi sono già, almeno, problematiche... la Grecia (a proposito ... papandreou si é rimangiato il referendum ponendo come alternativa o la fiducia o elezioni anticipate o L'APPROVAZIONE DI ALTRE MSURE DI MACELLERIA SOCIALE CUI SPERO I CITTADINI GRECI VI SI OPPONGANO CON FORZA che dal punto di vista dei greci non può che significare allontanarsi dalla speranza che si sono conquistati lottando nelle piazze per intraprendere altre strade... un vero esempio di coerenza, no? Forse ha sbagliato paese e doveva candidarsi qui e non nel suo paese, vero?) ha visto che significa aver a che fare con la UE: é stato posto di fronte all'alternativa del "fai il referendum"? Niente soldi...... altro che paesi fratelli e "siamo tutti euopei" ecc. ecc. questi hanno gettato la maschera e nostrano il solito, notissimo, volto che ha un nome antico ma sempre valido ossia IMPERIALISMO (pur se economico sempre imperialismo é...) che é stata messa sotto il microscopio e vivisezionata: il risultato é che non possono "far fallire lo storico evento (storico?) di essere europei, ci pensate? Il Ministro delle finanze greco é più preoccupato di perdere la UE che di buttare nella spazzatura il proprio paese, mah. Dopo é toccato a noi e stavolta non bastano né barzellette, né cucù, né toccatine, né il resto dell'armamentario solito dell'amato capo e no, non stavolta. stavolta ha trovato persone decise a ordinargli di mettersi sull'attenti e fare quello che già da agosto gli si ordinava e senza discutere per giunta: il tempo delle furbizie é finito, o li fa o sono i soldi a fare cucù mentre volano via ..... e, direte, il nostro che fa? Ha detto che entro 15 giorni farà quello che gli si chiede e, ma tu guarda, anche quello che NON gli si chiede ossia cancellare l'art.18 con la scusa di "riformare" il mercato del lavoro alias licenziare a gò gò i padri per assumere, forse, i figli da precari e senza nessuna tutela, nemmeno la pensione... sarà in grado di farlo? Sinceramente non lo so, non faccio il profeta anche se la ragione mi dice di no e mi dice pure che, per evitare che noi andiamo a votare e chissà votiamo per M5S o Vendola o Di Pietro, sono già pronti a fare un qualche governo ricicciato con tecnici e professoroni che faranno il lavoro sporco (tagli, privatizzazioni senza il privato, liberalizzazioni senza mercato, ecc.) per poi, solo molto poi, portarci al voto in modo da lasciare pulito il sedere della politica che arriverà dopo solo dopo che altri avranno fatto macelleria sociale mostrando il proprio "volto umano"...... pensate a tutto quello accaduto in appena 48 ore e confrontatelo con queste mie idee e ditemi senza problemi se ad essere pazzo son io o loro!!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore