martedì 30 luglio 2013

Chi porterà il peso?

Una situazione paradossale, ecco cosa stiamo vivendo: un paese intero che aspetta ... una sentenza. Sia chiaro non è che non ci si dorme la notte; si va avanti ma tutti sanno che il paese ufficiale l'attende, eccome se l'attende.... ben sapendo che nulla sarà come prima.
Non vi preoccupate: fa caldo e non farò una tirata sulla materia perchè dell'esito che uscirà dalla Cassazione non me ne può fregare di meno perchè se solo leggiamo le cronache "marziane" di questi anni non possiamo NON ignorare che il "problema" non dipende dalla ormai mitica "discesa in camp" ma da molto prima ... dal 1979. E' da quell'anno che si verificò la prima manifestazione del cancro che oggi è in metastasi. Però il punto vero non è tanto questa "storia" mal'altra: quella degli altri che ne hanno permesso non solo il primo manifestarsi ma anche la formazione del cancro ela sua trasformazione in metastasi; esatto quelli che erano gli spettatori, prima, e i complici poi..... coloro che ancora oggi a parole sparano a palle incatenate ma nella realtà non solo ci convivono ma ci fanno accordi e, ora, il governo di larghe ..... attese. Sono ancora tutti lì: nessuno pensa ad estirparli, anzi li votano e ci credono prure nel votarli facendo finta di non ricordare che gli stessi che hanno supportato l'inganno l'hanno anche rivendicato all'amato capo che quando hanno governato non gli hano toccato nulla, proprio nulla: dalle leggi a personam alle sue società dalla storia poco chiara a dir poco... questa metastasi in realtà, nata dal craxismo, non ha prodotto solo guasti nel quadro politico: un intero paese ne è stato contaminato e lo è al punto che si è venuto a creare un blocco sociale che non solo condivide il destino del proprio faro politico ma ne condivide scelte e fini; un blocco minoritario ma forte e compatto: specchiato in realtà anche nei suoi oppositori politici che ne sono l'esatta copia ma da ... sinistra (si fa per dire).
Nel frattempo il paese va per conto suo: non solo ha abbracciato il modello americano, nel bene e nel male, ma ne ha anche preso i peggiori atteggiamenti, non solo mentali e culturali, e comportamenti ma anche nelle manifestazioni minori a partire dal livello di socialità e dal grado di solidarismo reciproco che se fossero seriamente misurati darebbero risultati a dir poco sconfortanti per chi ancora crede in valori, diciamo, "antichi". Com'è possibile che quella ubriacatura non sia passata? Come si fa a non capire che l'arricchimento del singolo, e la sua ricerca, non comporta necessariamente una umento della ricchezza sociale, anzi è vero l'esatto contrario: lo profetizzò Weber che la nascita di un siffatta società avrebbe comportato, come precipitato, la nascita di un ceto parassitario, che lui definiva "burocrazia (nel senso di un ceto sapiente che si sarebbe affermato come necessario e autoreferenziale)", che si sarebbe stratificato socialmente impedendo la diretta trasmissione fra ceto politico e istituzionale e società; se poi questo ceto nasce con il peccato originale dell'impunità perchè sia sopra che sotto il proprio livello sociale c'è altrettanta voglia di bloccare l'ascensore sociale e quindi il ricambio diventa chiaro quindi che si crea una frattura: fra il prima e il dopo da cui se ne esce solo se essa non viene risanata ma, prima, ampliata e poi superata di colpo... lasciata alle spalle e che ci ha vissuto messo da parte una volta e per sempre: sembra un compito impossibile... ma non lo è sembra così ma non lo è; vogliono che lo crediamo per rendersi indispensabili ai nostri occhi. Lippman lo sosteneva: un popolo non può governarsi da solo: i migliori lo fanno per lui.... ma, mi chiedo, se questi sono i nostri migliori, i peggiori come sono? Semplice: ogni mattina guardiamoci allo specchio, tutto qui.... e mentre ascoltiamo alla radio dell'ennesimo femminicidio; o della bastonatura del gay o ancora dell'ennesimo caso di bullismo o dello stalker che non andrà più in galera o del "folle" che va in un ufficio di un sindaco e gli spara.. bè anche questi siamo noi; non possiamo quindi pretendere di esprimere "altro" che non sai il nostro specchio, il peggiore dei nostri incubi che diventa realtà.... anni fa mi sarei seriamente indignato che una valle bellissima come la valsusa è stata letteralmente sventrata per fare un opera assolutamente inutile come la tav (e le opere accessorie come il casello autostradale fatto apposta, che non serve a una cippa oppure ancora come il raddoppio del passo per far viaggiare, ASSOLUTAMENTE VUOTI, i treni ad alta capacità merci...... nessuno li prende oppure ancora i 60 km di alta velocità fra liguria e padania che non serviranno a nulla vista il traffico, viaggiatori e non, praticamente fermo e poco conveniente per chi ne dovrebbe usufruire) o sarei seriamente arrabbiato nel sapere che una regione come la basilicata sta diventando la discarica nucleare del paese grazie alla sue miniere di salgemma (per tacere delle sabbie inquinate di tutta la costa che da questa regione arrivano fino alla punta della calabria) oggi invece ... che faccio? Lo scrivo sul blog e ne parlo negli incontri, ma poi? Tutti s'inkazzano e s'indignano, ma poi? A casa s'acolta la tv si va a letto e la mattina dopo è un altro giorno...... ora sta arrivando l'imu che pagheranno anche gli inquilini in compartecipazione: non si chiamerà più imu ma tassa sui servizi nella quale ci sarà anche l'ex tassa sulla proprietà immobiliare, un altra fregatura: eppure poi tutti a casa e la mattina dopo è un altro giorno... che paese vero?
Ci sono ancora anticorpi? Certo, ma le difese immunitarie sono sempre più deboli come il fisico che le attiva è sempre più debilitato... il retrovirus che l'ha infettato sta vincendo e il vaccino, pur se esiste, è indisponibile ai più.... e il virus avanza e fa danni.
C'è ancora speranza? Certo, ne sono convinto ma il problema è: il corpo sociale ha davvero voglia di farsi un esame di coscienza generale e uscire dall'ubriacatura? No: non l'hanno fatto durante e dopo il fascismo.. non lo faranno ora, anzi si autoassolveranno e andranno avanti incontro felici alla prossima birreria dove ri-ubriacarsi di nuovo con l'ennesimo oste che gli serve prodotti avariati, come prima e, forse, più di prima.... chi porterà il peso? Noi, gli stessi che l'abbiamo permesso ne porteremo il peso e .. la responsabilità.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore