giovedì 13 febbraio 2014

La defenestrazione di roma....

Ricapitoliamo: il PD è l'azionista di maggioranza del Governo Letta (lo era ache del Governo Monti), ma lo sfiducia per fare un altro Governo sempre con se stesso azionista di maggioranza ma con altra guida, il neo segretario eletto con due mln di voti (meno del 3% degli italiani); nel frattempo il maggior sponsor dei Governi "europei", l'Alto Colle, pragmaticamente da il benservito al "suo" governo e benedice il successore mettendoci sopra il proprio cappello nell'affermare che le elezioni sarebbe una sciocchezza farle.... ascoltavo stamattina l'editoriale di Massimo Rocca al tg di radio capital: fra le tante cose che sosteneva una mi ha colpito a la condivido in pieno, ossia che passati questi ultimi due, Letta prima e ora Renzi, questo ceto non ha più nulla da dare, è finità.... in pratica il giornalista dice che è la loro ultima spiaggia e se va ramengo anche Renzi bye bye baby. Ora è esattamente questo il punto: un sistema che nasconde le elezioni dietro una boutade di pessimo gusto, si è definito cortellum l'esito della sentenza della Corte Costituzionale che ha abrogato il porcellum, la paura di correre a sentire cosa ne pensano gli elettori in generale, e quelli del PD in particolare (su facebook e su twitter i commenti sono tutti negativi quelli di questi ultimi.. diciamo che 1 elettore o simpatizzante su 5 avrebbe preferito votare), con qualunque sistema elettorale ci sia ora in vigore è un segnale di paura e di incertezza ma soprattutto è "il" segnale che questa classe politica, inetta e incapace preda dei propri appetiti, è disposta a tutto pur di salvare il proprio spazio al sole e partecipare alla grande spartizione del potere, e alla sua redistribuzione, che sta avvenendo a livello globale e che i popoli stanno pagando di tasca propria: ognuno ha il suo ruolo in essa... noi quello di colonie e di mercato di sbocco, tutto qui; nella grande spartizione noi siamo parte passiva e consapevolmente la nostra politica, che sa, e il nostro ceto imprenditoriale e sociale che li sostiene perchè ci guadagnano, ormai finanziarizzati, devono solo seguire il flusso e costringere l'intero paese a seguirlo e a piegarsi.
Renzi è portatore di questo messaggio: introducendo una sorta di blairismo in salsa bizantina in questo paese spera di riuscire a far ingoiare a tutti le cosiddette "riforme e l'italicum", in particolare il cardine della costituzione quell'articolo che mette delle pietre enormi per evitare golpe e costituzioni de facto a propria immagine.... costituzioni da costruire sotto dettatura: goldman Sachs ne ha dato la traccia quando sostiene che le costituzioni dei paesi europei sono vetuste e troppo sociali... o meglio hanno troppa attenzione al sociale e ai diritti e poca al mercato quindi è necessario darsene un altra che risponda ai desiderata proprio di quei mercati che prima hanno fatto fallire la Grecia e poi gli altri. In pratica le riforme costituzionali dovranno essere in sintonia con i mercati e saranno votate a Londra e Wall Street e non dai cittadini e dalle loro espressioni ma dai fondi speculativi, a quel punto a cosa servirebbe votare? A nulla? così come un altra riforma l'ha delineata proprio Draghi: serve un fondo, pubblico, salva-banche che i soldi li prende dall'efsf e EMS (i due fondi salva stati) e che poi le banche, con molta calma, dovranno rimpinguare: accetto scommesse che le banche non ci pensano nemmeno a ripagare il debito: BADATE BENE CHE HO FATTO SOLO DUE ESEMPI, potrei continuare all'infinito nell'elencare le cose da fare per farci entrare nella giusta casella predefinita da altri. Ecco quello che c'è in gioco e perchè ormai, essendo alla disperazione, accettano tutto.... anche Renzi
p.s.
ecco perchè bisogna votare e subito...
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore