domenica 29 giugno 2014

riforme..

A leggere i giornali oggi sembra che la UE sia tenuta nelle mani del Renzi: non è così; anzi forse è vero il contrario. L'ecofin e il Consiglio d'europa l'hanno detto chiaro: l'italia DEVE FARE I COMPITI A CASA E DEVE FARLI ENTRO QUEST'ANNO, pena il ricominciare la procedura d'infrazione e l'aumento dello spread. Cosa significa tutto ciò? Una manovra da 47 mld (le cifre sono ballerine in realtà perchè dipendono da cosa si parte dal debito totale o da quello delle banche) da fare per mantenere il "programma" della troika per il nostro paese.... altro che 80 euro.
Intanto l'altro programma, quello del rientro dagli 80 euro, è in pieno work in progress:
  1. la tasi per cominciare .... stiamo pagando gli acconti ma la vera tassa arrivrà eccome;
  2. i modelli unici da cui risulteranno redditi non in linea con i parametri presunti per cui dovranno essere ridati con gli interessi;
  3. le accise sulla benzine e sui tabacchi aumenteranno; 
  4. la riforma del catasto che aumenterà, in certi casi del 100% le rendite catastali (ma questa idea non è di questo governo ama risale al governo Prodi I° che trasformò le case in patrimonio, grande idea;
  5. i ticket in base all'isee.. che già paghiamo ma con la riparametrazione dei coefficienti metà di quelli che sono nella fascia bassa schizzeranno verso l'alto nella fascia superiore;
  6. la mitica legge Letta si è rivelata per quel che è un bluff.... 22 mila richieste solo; credevano che le aziende assumessero, sti finti ingenui.
  7. La toscana ha fatto battistrada...... è stato elimnato il vincolo del mantenimento dei parametri per essere autorizzati ad aprire strutture sanitarie, avanti con la sanità privata.
ecc. intanto di cosa sembra parlare la politica italiana? Quali sono le riforme?
  1. La finta eliminazione del Senato (diventa un organo costituzionale di II° livello dove riciclare trombati ecc.);
  2. la giustizia, il salvakiappe dove anche il premier ha qualche problemino per tacere della cambiale da pagare all'amato capo con cui hanno fatto l'accordo;
  3. le riforme costituzionali per adeguare il paese ... alle necessità del mercato: significa che si DEVONO TOGLIERE LE GARANZIE GARANTITE PER COSTITUZIONE AI CITTADINI CHE LAVORANO in modo da lasciare tutto in mano alla libera contrattazione. In pratica te offri lavoro ma se non hai potere contrattuale perchè se non assumono te ce ne sono altre decine di migliaia pronti a fare le stesse cose che fai te a metà del tuo costo se non in nero, tutto qui.
  4. Istruzione, sanità, ecc. devono essere pubbliche solo per i parametri di base, minimi (sennò asomigliamo troppo ai paesi del IV° mondo).. tutto il resto è sul mercato;
  5. immunità per la casta..... che cosa vuoi dire in aggiunta? nulla....
  6. Corruzione.... dei 120 mld stimati nell'intera UE la metà è tutta italiana: che record!!!!
  7. Grandi opere.. inutili; impegnano risorse che potrebbero essere meglio impiegate altrove.... la tav non la fa più nessuno eppure noi insistiamo e per prendere per i fondelli i valsusini i lavori li fanno dalla francia: tutto pur di psendere soldi nostri!
Tutto questo non lo troverete in nessun trattato o costituzione ma in un documento: quello che istituì il WTO; prevedeva che i settori una volta strategici e che potevano fare la differenza dovessero andare sui mercati per essere fonte di libero scambio fra operatori: quello che sosteneva Rifkin nel saggio "l'era dell'accesso" lo si sta costruendo e non si tratta di complotto ma di affari e profitti che pochi fanno a scapito dei tanti.... tutto scritto e il documento è ancora reperibile, in inglese, in rete e parla chiaro: il principio è semplice ossia se hai soldi accedi a rete, servizi, scuola ecc. altrimenti o emigri o vivacchi... non frega a nessuno che fine fai.
Le premesse c'erano tutte: bisognava solo creare le condizioni per farle avverare..... in realtà sono stati così bravi che è la stessa gente a chiederle spinta da una crisi finanziaria decennale che ha ha visto impoverire ampi strati della popolazione. Qui non si parla di complotti ma di una strada predefinita da anni che ha come obiettivo finale quello "di armonizzare le costituzioni dei paesi avanzati ai mercati ( il capo della Goldman Sachs lo disse alcuni mesi fa)". Sanno programmare e, a differenza nostra, hanno trovato anche come spingerci a chiederle le riforme: somministrare uno shock (un attentato alle torri gemelle, una guerra, una profonda crisi finanziaria .. con annesso capro espiatorio ecc.) e nel tempo che ci si mette a riprendersi da esso si portano avanti con il lavoro... le cosiddette riforme, facile facile: per capirlo non si deve guardare il singolo problema ma sollevarsi un metro da terra e guardare l'intero quadro, solo così tutto è chiaro.
Immagino che molti d quelli che leggeranno, come in passato già accaduto, questo penseranno: il solito complottista..... ma non è così perchè fior di economisti e analisti di trend l'hanno sostenuto e chissà perchè non SONO MAI STATI SMENTITI.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore