martedì 9 febbraio 2016

la borsa trema: italia avvertita....

Hai voglia a trovare mille motivi (petrolio, crisi dei paesi emrgenti, Cina che cresce meno, ecc.) ma secondo me il sapore di questi improvvisi crolli della borsa, oltre alla naturale volatilità di un mercato non regolamentato, è proprio quello che oggi tratteggia molto bene Varoufakis in un intervista Repubblica durante la presentazione del suo nuovo movimento: è un avvertimento.. soprattutto per Italia ma anche per la Francia. Si devono piegare all'esigenza di chi manda in giro triliardi di dollari e poi passa all'incasso dei profitti..... insomma non ci devono essere cambi  di rotta rispetto agli ultimi anni e quindi o si adeguano o farannio cncorrenza alla Grecia nel cadere nel profondo dell'abisso della troika e dei tagli disumani: la Grecia era l'esempio, la vittima designata ora tocca alle altre due economie mediterranee perchè, secondo le menti malate che sono dietro questi movimenti di denaro, non danno per inteso cosa sia la vera desiderata dei mercati, ossia la ricerca del profitto al minor costo possibile e senza che nessuno si possa aspettare di trovare scappatoie, anche furbesche come accade nel caso italiano e del governo attuale. Il problema era ,e rimane, il sistema bancario: i prodotti che hanno venduto ai gonzi; gli affari fatti rischiando soldi non propri; la commistione fra politica (Banca Etruria e popolari) e affari certo non aiuta perchè rende la prima debole e dipendente dai secondi donandogli un potere di ricatto che in un paese sovrano sarebeb inaccettabile... ma noi non siamo più un paese sovrano e manca la troika solo per dire che la frittata è fatta.
Non è nemmeno un caso che sia improvvisamente balzata fuori l'idea di un super commissario, naturalmente non democraticamente eletto e non sottoposto al controllo dei parlamenti (come il Meccanismo Euripeo - di - Stabilità assolutamente immune e .. segreto), o "Ministro" dell'economia europeo che dovrebeb servire a tenere a bada i riottosi e i furbi, noi, e rimetterli sulla "giusta via" segnata dai Trattati.... ma non è nemmeno un caso che proprio la Germania, nella persona del suo arcigno Ministro delle finanza, vi si opponga: sa benissimo che se almeno all'inizio farà da poliziotto ai paesi mediterranei prima o poi si ritorcerà contro proprio i paesi forti, in particolare proprio i tedeschi che, nonostante tutto, sono il paese più fragile dell'intero vecchio mondo perchè deve la sua forza non a una vera e propria crescita ma alla debolezza dei suoi diretti concorrenti: finchè rimangono sotto schiaffo Francia e Italia la Germania può fare il bello e il cattivo tempo con gli altri impedendogli di fare tutto quello che ancora oggi al proprio interno fa: ossia drogare la crescita; nascondere una buona parte del debito pubblico nei suoi laender (e nel sistema di banche regionali fortemente indebitate); sventolare ai propri sindacati e agli imprenditori il vello rosso della crisi possibile se gli altri si dovessero risvegliare ecc... e, nel caso francese, potrebbe anche essere vero perchè in Francia la gente ha già dato chiaro segnali d'insofferenza alla tenaglia composta da un lato dai paesi frti e dall'altro dai mercati che investono finanziariamente proprio dove il rischio è alto per gli interessi con la prospettiva di scappare via con il malloppo impunemente quando le cose dovessero mettersi al peggio!!!!! Ciò impone politica debole e mercati non regolamentati e se i cittadini dovessero svegliarsi dal torpore, come ancora una volta stanno facendo in Grecia con il Governo Tsipras che ha varato l'ennesima riforma delle pensioni che penalizza i più poveri,  pretendendo per giunta di rientrarci con gli interessi mentre i tedeschi, maestri di traformismo, alzano il dito invitando gli altri a fare "i compiti" mentre loro sono i primi a non averli fatti in casa propria: hanno fatto al massimo un maquillage ben sapendo che prima o poi i mercati, per ora alleati, prima o poi gli si rivolteranno contro quando sarà il loro turno.
Come sempre la ricetta sarà: austherity e sacrifici
mentre l'idea di fondo sarà la tecnica del "frega il tuo vicino" è sempre vincente....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore