martedì 20 dicembre 2016

In casa....

Non avevo voglia ma gli eventi accadono al di là della nostra volontà e parlarne aiuta sempre. Aiuta non solo a capire ma soprattutto a fare luce nei punti oscuri, o oscurati volutamente (la famosa zona grigia dove  tutto diventa confuso e non si distingue lo Stato dai suoi nemici), e a razionalizzare le paure.
Berlino.
Una replica dell'attentato francese, e non solo... dato che stavolta i 'terroristi' sono in fuga e oltre alle vittime c'è anche un autista polacco morto e tante domande che, solo sottovoce, in tanti si fanno perchè questa volta,a quelle poste sempre in questi casi, ce ne sono altre e non tutte vanno nel verso giusto tenendo conto sempre che stiamo per entrare in un anno elettorale e non solo per l'Italia ma soprattutto per il ganglio poitico-economico vitale per la Ue, la Germania. Colpire questo paese mette in crisi molte cose, non ultima la politica di immigrazione fatta dalla Merkel. Credo, e spero di sbagliarmi, che siamo in una situazione molto fluida dove il bianco e il nero non sono tali e dove a prevalere è sempre il grigio.
Turchia.
Manco a farlo apposta proprio in Turchia, il paese con il più grande esercito, dopo quello americano, della Nato e Stato-chiave di quest'alleanza l'ambasciatore russo viene ucciso da un ex agente della polizia per 'vendicare la strage di Aleppo'..... non che i rapporti fra Russia e Turchia siano buoni, ma erano migliorati, nonostante l'abbattimento del caccia russo in territorio siriano da parte della difesa turca, visto il cambio di rotta del suo uomo solo al comando, Erdogan. Lo stesso Erdogan che gli americani, per terze vie, volevano far fuori con un ridicolo colpo di Stato; lo stesso che ha sempre tenuto un atteggiamento ambiguo nei confronti dell'ISIS (da un lato era parte integrante dell'alleanza occidentale contro il terrorismo e.. soprattutto contro Assad; dall'altro importava, di contrabbando petrolio dalle zone occupate dia cosiddetti terroristi, per altri erano forze ribelli, per rivenderlo alle grandi compagnie occidentali); lo stesso che pretende l'estradizione dagli USA di un personaggio da loro 'ospitato (e suo ex alleato)' perchè a capo di una cospirazione contro dilui.. una cosa è certa: il presunto colpo di Stato gli ha permesso di far piazza pulita contro tutti i suoi oppositori!!! Naturalmente Putin non si nasconde l'importanza di questo paese: infatti ha fatto la voce grossa dopo l'abbattimento del caccia e la sta facendo ora ma sa che gli serve e quindi deve fare buon viso a cattivo gioco.... se la Turchia saltasse il fosso il colpo sarebeb durissimo per l'intero occidente e, in particolare, per gli intelligentoni che amano giocare a risiko sulla pelle degli altri..
Ha ragione lo studioso stamani intervistato da skytg24 che ha detto, cito a memoria, che è il caso che l'occidente prenda atto di aver perso: gli è andata male in Ucraina e gli è andata male in Siria... volevano mettere alle strette i russi nel primo paese e togliergli un prezioso alleato nel secondo. Ma le cose non vanno sempre nel verso sperato anzi decisamente la situazione gli è sfuggita di mano perdendo in entrambi i casi. Non posso che dargli ragione. E non è finita qui: come precipitato dei giochini fatti ci ritroviamo in casa reduci da quelle guerre pronti a far strage e a protare qui la guerra: un imperdonabile errore.... che avrà ripercussioni per i prossimi decenni, purtroppo: non solo in termini di attentati ma pure in termini di veder risorgere nazionalismi e diffidenze anche qui in europa dove i problemi non mancano..
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore