mercoledì 24 maggio 2017

Il paradosso di Matteo e il dominio degli asini selvatici

di | 23 maggio 2017  Il Fatto Quotidiano

di Enzo Marzo
“Un lungo governo degli asini temperato dalla corruzione”
Benedetto Croce
Non siamo appassionati del genere, ma dobbiamo riconoscere che il buon Stephen King non aveva torto quando raccolse una serie di racconti horror in un volume dal titolo A volte ritornano. L’esergo di Croce che abbiamo messo in apertura si riferiva ai governi fascisti e stabiliva una tipologia del potere: l’onagrocrazia, ovvero il dominio degli asini selvatici. Ci siamo scivolati dentro lentamente, ma inesorabilmente. Adesso, le nuove generazioni non sanno che una volta Berlusconi chiese di poter incontrare e parlare con papà Cervi, una figura mitica della Resistenza, purtroppo morto 28 anni prima. Oppure che Bertinotti sosteneva in tv che Berlusconi era un liberale, dimostrando di non sapere assolutamente nulla né di liberali né di liberalismo. Altro che congiuntivi a casaccio. Ma gli esempi sono milioni.
Come se ci fossimo svegliati da un lungo sonno, ora ci rendiamo conto che tutta l’Italia, le sue classi dirigenti in ogni campo sono precipitati in un abisso di ignoranza e d’incapacità senza fine. Per un attimo la fanfara della retorica soft di Monti accompagnò le scelte nelle migliori università dei suoi “tecnici” più preparati. Fu quella la cartina di tornasole che anche i famosi “professori” erano impreparati, pasticcioni, conniventi persino con la criminalità in doppiopetto. Una vera truffa. Nel frattempo, i banchieri, i manager, gli alti burocrati si impegnavano e continuano a perseguire la bancarotta del paese.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore