martedì 9 dicembre 2008

Tempi duri per i democratici .....

Partito male il PD finora anzichè essere la novità, e non lo era, si sta dimostrando sempre di più solo un'insieme mal messo di personaggi vari che hanno poco o nulla in comune in perenne lotta fra loro. Con gli avversari del PdL hanno comune tutto (idee, mercato, liberismo, programma politico e sociale, ecc.) tranne il capo e il potere che ha acquisito e nei fatti e negli anni di "duro" lavoro. Questa confusione non fa bene al Pd visto che da quando è sorto non è certo il "sol dell'avvenire" quello che splende su esso ma piuttosto quel che illumina il viale del tramonto di hollywoodiana memoria di quella America che tanto piace al suo "conducator"..... non ci sono buone notizie dovunque egli si giri: molto probabilmente perderà le elezioni in Abruzzo (causa scandali presunti o veri sarà la magistratura a deciderlo) così come in Campania dove fra reati veri e presunti il PD è così a pezzi da permettere alla controparte di lanciare l'accusa del problema "morale" (...) rovesciando completamente tutti i termini della questione degli ultimi 14 anni. E come se non bastasse ci si mettono anche i sondaggi in vista delle europee del prossimo anno: Ipr marketing per Repubblica ha pubblicato un sondaggio che da un'altra pessima notizia al PD, ossia perde punti e vede ridurre ancora il proprio elettorato (è in buona compagnia con la sinistra, cosiddetta, i radicali, la sinistra democratica e i verdi) a tutto vantaggio, udite udite, della IdV di Di Pietro che, sempre a detta de sondaggio sulle intenzioni di voto, balzerebbe quasi al 8% (7.8%) come premio della dura opposizione a Berlusconi fatta da questo movimento: infatti c'è quasi da vederlo il Capo del Governo che nei fatti ha tutto da guadagnare ridimensionando il PD e ghettizzando la protesta nell'IdV e che, forse, non tiene presente la piccola cosa che facendo sponda con l'acerrimo nemico potrebbe riuscire nel miracolo di riunificare i pezzi della sinistra perdendo il "cuscino" del PD che tanto gli torna utile in momenti di crisi a meno che non conti proprio su questo e quindi eliminando l'attuale segretario il PD torni come strumento utile ai propri fini. E' bizantina la politica italiana e lo è sempre di più in questi anni di fallimento del modello "italiano" bipolare (che molti in altri paesi stanno studiando attentamente) sempre più stretto e non connaturato alla indole nostrana: tanta è infatti la nostalgia e tanta è voglia di centrismo nelal società che si aggrapperebbero a tutto ..... anche a al PD
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore