mercoledì 10 dicembre 2008

Allarme virus? Bufala in corso...........

E' tanto ormai che girano in rete gli alarm su temi o voci o altro che dovrebbero (il condizionale è d'obbligo) mettere gli utenti (non i consumatori) in guardia da possibili sfraceli che possono capitare se si accetta una mail, un messaggio ecc. Non è il caso di cominciare a sfatare un pochino la cosa? Un pò di storia per i neofiti non guasta. I virus ci sono sempre stati in rete, fin da quando l'hanno inventata. All'inizio si diffondevano con i programmi che giravano manualmente nella propria cerchia di amici (molto spesso incolpevoli ma che quando li bekkavano stavano zitti per non fare la figura dei fessi .... poi con lo sviluppo della rete essi si sono adeguati e arrivano via posta elettronica con allegati ai quali, con un minimo di attenzione, si sfugge da soli senza bisogno di antivirus stellari e costosissimi solo se tiene a freno al curiosità. Crescendo la rete sono cresciuti anch'essi ed infati spesso non infettano il singolo pc ma i server diffondendosi a macchia d'olio grazie ad essi (spesso per attaccare società o corporation e spesso diffusi da programmatori che da quelle società sono stati allontanati o licenziati per vari motivi). Negli ultimi anni poi c'è stata l'evoluzione peggiore: l'uso militare dei virus. L'attacco generalizzato a sistemi di difesa digitali da parte di hacker al soldo di governi concorrenti stranieri (e gli esempi non mancano solo se si leggono i giornali e si ha un po di memoria si capisce di cosa sto parlando). Ma il peggiore di tutti i virus è quello "psicologico", ossia quella che poi viene definita bufala. La diffusione di alarm di questo genere da parte, spesso, di burloni comporta il panico o almeno l'ansia da parte di chi li riceve perchè pone, o costringe a porre, la domanda: lo diffondo? E se non lo faccio che accade? Vivendo in una community i meccanismo sono gli stessi del mondo reale: per fare un'esempio il giochino che si faceva tutti da bambini del telegramma, lo ricordate? Bene: è la stessa cosa. Ora non si dice che i virus NON esistono, anzi ci sono, e sono pericolosissimi, e fanno danni ma ormai essi vengono diffusi su una scala che non va più a colpire il singolo pc ma i sistemi nel loro complesso e certo non possono non avere effetti anche sui singoli ma sono marginali e isolati dato che mirano a bloccare il funzionamento della rete nel suo complesso e non di quello del singolo utente. Il punto è: chi e perchè diffonde simili alarm? Come ci si può difendere? E prima di contribuire a diffondere il panico non è il caso di controllare personalmente (sulle software house per esempio) se realmente c'è un virus distruttivo e/o passivo? E poi si tratta davvero di virus o invece non sono trojan o worm o altro di simile che pur se dannosissimi non "distruggono" la macchina ma semplicemente si limitano a "controllarla"? Già perchè ci sono anche virus che non sono distruttivi ma, molto più semplicemente, controllano l'utente e dicono a chi sta da un'altra parte per esempio cosa sta scrivendo e a chi (un'esempio in positivo, si fa per dire, sono i cookie che avvisano chi li emette - spesso società commerciali - di che tipo di surfer siete e potete giurarci che riceverete posta elettronica mirata), oppure agenti informatici che addirittura riescono a tradurre i vostri battiti sulla tastiera e avvisano in tempo reale chi li ha emessi, oppure ancora s'infiltrano nei programmi di gestione delle webcam, che molti hanno, e quando spengete il pc .... ops .... la cam rimane accesa e non lo sapete e venite spiati. Un buon antirus elimina buona parte di queste "noie" (anche fra quelli gratuiti ce ne sono di ottimi per queste "occasioni") ma non può fare miracoli ma il diffondersi di alarm a ripetizione è un'altra cosa: è psicosi, paura diffusa, che a man bassa rende la rete un luogo "pericoloso" (ed in parte lo è ma non certo per i virus piuttosto per i fenomeni criminali come la pedofilia) e istiga chi vuole controllarla, dandogli l'agio di poter intervenire per ripulirla e magari "recintarla" impedendo e uccidendo no i virus o i fenomeni criminali, che rimangono pari pari, ma chi la usa in maniera normale e onesta come il sottoscritto ad esempio. Quindi okkio e SIATE VOI I PRIMI CONTROLLORI PERCHE' SOLO COSI' POTREMO IMPEDIRE CHE LE COMMUNITY APERTE DIVENTINO NEL SIMILMONDO DIGITALE COME I VILLAGGI FORTEZZA CHE NEL MONDO REALE STANNO SPUNTANDO COME FUNGHI MA CHE, A MIA IMPRESSIONE, PIU' CHE TENERE FUORI IL "MALE" (E QUELLO CHE SIGNIFICA E RAPPRESENTA IN TUTTE LE SUE DECLINAZIONI) TENGONO RINCHIUSO IL BENE CHE E' NEL PROFONDO DELL'INDIVIDUO RENDENDOLO EGOISTA E SPAVENTATO ANCHE DALLA SUA OMBRA, MA SOPRATTUTTO DIFFIDENTE VERSO CHIUNQUE NON SIA ESATTAMENTE COME LUI..... LA LIBERTA' E' UN BENE CHE VA DIFESO NON SOLO GIORNO PER GIORNO MA ANCHE CONTRO CHI, DICHIARANDOSENE "DIFENSORE", LA UCCIDE RICHIAMANDOSI AD ESSA E NE DISTRUGGE IL SIGNIFICATO MIGLIORE............
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore