giovedì 9 luglio 2009

G8: clima. tutti d'accordo, su cosa?

Il rito sacerdotale del G8, per il quale abbiamo speso bei soldi che potevano essere impiegati meglio in altre cose maggiormente urgenti (fate voi quali vengono per prima: africa, fame nel mondo, povertà, crisi mondiale, abruzzo ce n'è a iosa), ha partorito il solito minuscolo topolino sul clima: per il 2015 saranno raddoppiati i fondi a favore della ricerca e dello sviluppo per un'economia pulita; per il 2020 riduzione delle emissioni con il limite dei 2 gradi centigradi; dimezzare le emissioni globali dei gas serra e abbattere le proprie dell'80% entro il 2050. Chi controlla? Chi dà le sanzioni? Che misura è mantenere entro i 2° l'aumento del surriscaldamento se gli scienziati continuano a ripetere che l'aumento di 2° gradi comporterà comunque gravi danni ai vari ecosistemi? Chi vogliono prendere in giro? In realtà per come sono le società atuali programmi così a luno termine hanno pochissime speranze di essere realizzati (Kyoto ne è un fulgido esempio): basta un Bush per far saltare tutto. Insomma ancora una volta l'unico che ci guadagna davveroè il nostro Capo del Governo che si è rifatto l'ennesima faccia internazionale e ha rimesso un pò a posto la propria vetrina ma in realtà per il comune cittadino non avrà altro che un pugno di mosche di false promesse e basta. Ma dato che crediamo e ci beviamo tutto beviamoci anche questa........ intanto il pianeta va a p........e (naturalmente con tutto il rispetto per le professioniste del ramo)
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore