venerdì 6 novembre 2009

2009: fuga dal ....... PD

Era nato come il "nuovo". Era nato come un partito a-ideologico. Era nato come il partito "americano" che parlava ai nuovi ceti, precari, ma pensava a pescare fra gli straricchi. Com'è finita? Rutelli, fuori. Calearo, fuori. Probabilmente i teodem, via. Insomma la destra del partito, scappa anziché restare e lottare e contribuire: comodo, vero? Nono sono comunisti (ammesso che lo fossero quando si chiamavano così); Non possono essere "socialdemocratici" perché non lo hanno più nel loro DNA, anzi sempre di più si connotano come PDL centrista con un'occhio a sinistra (un'occhio non di più) e l'idea liberista in testa e sapendo che é impresentabile (questa crisi è tipicamente liberista) si vestono di rosa e parlano un linguaggio vagamente sinistroide senza perdere di vista la finanza che è quello che oggi conta davvero. Insomma dalla primarie che ne é uscito, a mio parere naturalmente? E' uscito un partito che ha avuto crisi convulsive e da esse ne é uscito stordito ma in piedi e malfermo. Che i mandarini di centro l'abbandonino è scontato, meno scontato è che il PD riscopra un'anima realmente socialdemocratica e abbandoni il dalemoni (o si decidono a mettersi a fare POLITICA sul serio e scendono dal predellino o è meglio che accettino il lento declino dato dall'oblio della noia); la loro reale fortuna è che alla loro sinistra ci sono altri mandarini più preoccupati del loro giardino che di rappresentare quei ceti che ora non ne hanno e alla loro destra l'IDV è in crisi per lotta di potere al suo interno e che Casini mira a fare asso pigliatutto dei residui e dei fuoriusciti, sennò realmente sarebbe fagocitato dall'onda se dovesse nascere un serio movimento formato da persone serie che vogliono costruire una sinistra moderna che non rinnega il passato ma sa parlare la lingua del futuro: gli italiani di questa parte del cielo sono stufi...... e la guardia é stanca perchè aveva ragione Norberto Bobbio quando si chiedeva chi, una volta cadute le ideologie con il muro di Berlino, sarebbe venuto dopo.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore