domenica 2 maggio 2010

Grecia: pagano i soliti noti....

Arrivano arrivano cantava E. Bennato qualche anno fa; infatti arrivano i soldi degli "aiuti" dal mondo alla Grecia: sono soldi avvelenati però perchè dovranno essere restituiti con interesse salatissimi (come avviene già da anni nel terzo mondo dove "aiutano" da decenni ma in realtà mirano a tenerli appena sopra a livello della fame e corrompono le locali classi dirigenti chiedendo in cambio privatizzioni di tutto e su tutto) e da soli dureranno generazioni e generazioni; e prima che si possa ripagare il capitale ne passeranno di secoli e quindi si taglia e ritaglia tutto: tutto tranne che ai privati che rimarranno intonsi secondo quanto ha dichiarato il Governo "di sinistra". Che significa?E' semplice: lo Stato, attraverso riduzioni di pensioni, sanità, scuola, stipendi, ecc. rinuncia a tutto e lascia tutto in mano ai privati, interni ed esterni, autoescludendosi dai servizi (essenziali o meno non conta) forniti prima; una ricetta classica per un fenomeno, la specualzione, che richiederebbe innanzitutto una indagine penale per capire chi ha fatto l'attacco. Cosa provocherà?E' altrettanto semplice: la stagnazione. Non ci saranno soldi e la gente non comprerà e di conseguenza non crescerà il PIL né gli introiti e di conseguenza il debito pubblico aumenterà in proporzione; meno tasse riscosse e meno soldi per ripagare il debito contratto: una vita infinita che s'innesca e non si ferma. C'é una alternativa?Certo che c'é. Si perseguono i responsabili; si fa una bella caccia all'evasore e alla corruzione; si mantiene il livello attuale di tassazione, redditi, pensioni facendo pesare sui privati, e sui ceti più ricchi, il carico fiscale; si investe nell'economia scommettendo sul futuro favorendo l'iniziativa individuale e il turismo. una ricetta alternativa? No, un altra ricetta classica che va sotto il nome di "new deal" e che ha funzionato perché prevedeva che lo Stato, che dopo la crisi del 29 era praticamente fallito, investisse creando direttamente lavoro: se funzionò per gli USA mi chiedo perchè non debba funzionare per la Grecia? Diceva un "presunto" economista in una trasmissione televisiva che i diritti costano e se i mercati si inkazzano anche il nostro paese rischia di fare la stessa fine.... io mi chiedo invece ma costui cosa insegna ai suoi allievi? Di costruire il futuro con le proprie mani o di aspettare che i mercati (legasi speculatori, avventurieri, e quant'altro il liberismo ha creato) diano il permesso anche di respirare (perchè rimane questo dato che tutto il resto è già nelle loro mani)?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore