lunedì 21 febbraio 2011

Okkio! i problemi non ci sono solo nel Maghreb......

Quanto avviene é grave e importante: Tunisia, Egitto, prima e ora, nel sangue sparso dei cittadini dalle armi del satrapo libico (a proposito forse non sarebbe male fare una interrogazione parlamentare per sapere se nostri militari hanno collaboarato in passato con i loro alter ego libici e degli altri paesi e in che misura), l'intero mondo arabo é in fiamme. E' importante osservare quanto accade ed é importante premere affinché quei paesi si liberino delle dittature e si avviino sulla via della democrazia e della libertà: temo però che in occidente la domanda che si pongono quelli che contano davvero sia un altra, chi viene dopo ci starà a continuare a farli arricchire a spese degli arabi? Sarà altrettanto corrotto? Sarà malleabile? Non dimentichiamoci che dai dispacci pubblicati da "San" Julien Assange, dispacci che scoprono il velo di segretezza e ipocrisia dei politici, i diplomatici occidentali poco s'interessano delle magnifiche sorti delle genti arabe e molto dei soldi investiti e che rischiano di andare persi... é questa l'unica strage che a loro interessa, null'altro. Sono fatti gravi siamo d'accordo; ma di cose gravi, anche se di diverso grado, ce ne sono e vi voglio riportar davanti agli occhi un DDL: quello sul NON testamento biologico che sta passando in Parlamento. Come la legge 40, ossia la legge medievale sulla fecondazione assistita scritta sotto dettato di Oltretevere, che per fortuna gli organi giurisdizionali e la Corte Costituzionale stanno smantellando pezzo per pezzo (sarà per questo che l'amato Capo vuole riformare tutto l'impianto della giurisdizione cercando i classici due piccioni con una fava?), ora tocca proprio al (NON) testamento biologico: anch'esso scritto sotto dettatura di Oltretevere, con un ma: in altri paesi, come la Spagna, c'è stata discussione fra un Governo autorevole e i locali rappresentanti "romani" e si é arrivati ad una legge giusta ed equilibrata. Da noi no: se ne fa una questione di fede e fideistica, perché? Ma é semplice: qui c'é il Papato; qui c'é l'ultima trincea puritana (oops mi é scappata e chissà come concilieranno l'offesa di puritanesimo a chi chiede etica con il puritanesimo cattolico che chiede, anzi pretende che ci si metta tutti sull'attenti e si facciano sentire i tacchi pure dopo gli ordini impartiti....... conoscendo la faccia tosta dei difensori politici, e non, dell'amato Capo c'é da scommetterci che il modo lo trovano, a costo di ri-sputtanarsi davanti all'intero pianeta di nuovo) all'invasione, secondo gli integralisti, laicistica: invasione del tutto ipotetica e sventolata di fronte ai cattolici non itegralisti nella speranza di ricompattarli attorno a una istituzione in crisi profonda e che quindi anziché scegliere la strada più lunga del dialogo ha scelto da tempo, e in questo é in ottima compagnia, l'arrocco su un posizioni che nemmeno quando contava milioni di seguaci in tutto il pianeta si poteva permettere di mantenere. La nostra Costituzione parla chiaro e questo provvedimento, come anche testimoniano Saviano e altri che proprio oggi hanno lanciato un appello, va nel senso esattamente opposto spostando sul medico quella che invece nel diritto del cittadino/paziente di poter disporre del proprio corpo: fermo restando che chi é cattolico può scegliere la via della sofferenza infinita gli altri, che non lo sono, devono poter avere la stessa scelta: anche se va nel senso esattamente opposto; questa si chiama libertà individuale e dovrebbe essere il faro dell'azione di si definisce "libero" e liberale". A meno di non voler pensare che, come ha fatto finora per tanti altri aspetti, l'amato Capo ha un doppio livello: uno per se cui tutto é consentito (e quello che non é consentito lo si rende tale con riforme, leggi, cambi costituzionali, ecc. ecc.) e uno per tutti gli altri. Questi ultimi si ritrovano davanti uno STATO ETICO DEGNO DELL'IRAN e non di un paese occidentale...... quale, forse, siamo: ma ci pensate che facciate o meno la dichiarazione di disporre del proprio corpo c'é un medico che decide e, soprattutto, c'é uno Stato che a forza vi reidraterà e nutrirà anche contro il vostro volere? Che diritto ha di farlo il medico? E, soprattutto, che diritto ha lo Stato di diventare il proprietario del vostro corpo? L'etica, la religione, la morale, la libertà, ecc. sono diritti indivuduali e non collettivi: nessuno se ne può approriare per propri fini, men che meno lo Stato; meno che meno uno Stato come il nostro qual'é diventato con questi politici.....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore