mercoledì 23 febbraio 2011

se non ci fossero le iene.....

Visto le iene del 23/2/2011? In Italia la fecondazione eterologa é vietata, grazie alla legge 40; era voluta dalla Chiesa e dai pavidi politici che fanno i moralisti preoccupati:
dei valori della famiglia tradizionale (malgrado siano per lo più pluridivorziati, pluriseparati, pluri puttanieri, ecc. ecc.);
della difesa della vita (é di oggi la notizia che ci sia stato un incontro "segreto" fra l'amato Capo e Bertone che ha chiesto garanzie sul testamento biologico e soldi - soldi? - alle scuole cattoliche .... magari a scapito di quelle pubbliche di cui non frega niente a nessuno men che meno a questi politici che sono lì per fare quello che vogliono quando vogliono e come vogliono e pretendono anche di essere capiti, difesi e soprattutto creduti e che sono puritani in queste materie ma iper libertini se qualcuno di loro..... sapete chi diceva che una bugia dev'essere ripetuta milioni di volte finché a crederci é la stessa persona che la dice che ci crede? Goebbels!! chiaro?);
dei valori occidentali da esportare anche con le armi (dovunque ...... tranne che in Libia) perché rappresentano la base del sistema democratico e liberale.
..... ma non sono minimamente preoccupati di difenderli quando sono loro a essere presi con le mani nella marmellata. Orbene le iene hanno dimostrato che, rispetto a quando la fecondazione era permessa (quindi gratuita e passata dallo Stato) i benpensanti (di professione e quelli che sinceramente ci credono e sono plagiati dalla propaganda ufficiale) inorridivano al solo pensiero che una donna, magari un pò avanti con l'età, che non poteva avere figli, vedeva aprirsi lo spiraglio di una gravidanza inattesa magari grazie a una donazione di una donna anonima. Ricordate le discussioni e gli scenari che ne venivano fuori? Com'é andata a finire (prendo a prestito la frase da Report con molta modestia)? Che ora pagando 2500 euro qui in Italia, e 20 mila in Spagna (ma anche in Turchia, Svizzera, ecc. in alcuni casi con grave rischio per la paziente), un professorone ti fa figliare .... anche se hai un fibroma e sei in menopausa da anni. Era questo che si voleva? Il mercato del bambino per corrispondenza? Lo spermatozoo via corriere espresso? Altro che mercato delle vacche (che pur esiste) qui siamo allo squallore voluto da chi é incapace di guardare oltre la metà del proprio naso (e forse ci gudagna anche su.... forse quel professorone che disdegnosamente rifiutava di parlare di soldi con la signora va in chiesa ogni domenica ed é anche obiettore di coscienza) per puri motivi ideologici e religiosi ha letteralmente aperto le porte sia al turismo neonatale (e già qui ci sarebbe da discutere perché solo chi ha soldi se lo può permettere, e gli altri?) sia alla speculazione sulle donne (l'ennesima) che desiderano avere figli e non vogliono, o non possono, sottoporsi alle torture dell'inseminamento multiplo in una sola somministrazione. Allora? Mi sa che anche qui, come per l'aborto, alla base c'é ipocrisia e malafede: se tutti sanno; e se molti ci mangiano sopra; e se dietro la rispettabilità fideistica magari si nasconde la mammana o lo speculatore del turismo neonatale e se con molti "altri" se i difensori della vita hanno comunque fatto "lobby" per creare pressione affinché fosse approvata una legge medievale e oscurantista, perché lo hanno fatto se si richiamano a valori quali la difesa della vita e della dignità riconosciuta anche ai feti? Ma per motivi ideologici, naturalmente: ma hanno realmente valutato l'impatto di una siffatta legge? O l'hanno fatto apposta per mettere un punto su una materia imponendosi a una maggioranza, contando sui veti incrociati della casta e sul loro immobilismo perché capaci solo di fare contabilità elettorale oltre che delle proprie tasche, facendo una crociata sui principi astratti mentre la realtà va in tutt'altra direzione? Qui si deve capire che il proibizionismo ha sempre fatto nascere un sottobosco di speculatori e "facilitatori" che prosperano grazie ad esso: proprio dalle crociate avremmo dovuto imparare la lezione e invece ....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore