domenica 5 febbraio 2012

... e non mi si venga a dire che non sapevano, ok?

Insomma é una settimana e più che siamo sotto il maltempo; e sono almeno due settimane che si sapeva che sarebbe arrivato questo maltempo siberiano: ovunque in europa ci sono problemi gravissimi e morti pure; ma noi siamo fuoriclasse e non possiamo "mischiarci" con la massa e dobbiamo distinguerci: direi che ci siamo proprio riusciti; siamo nel casino più totale dal nord al sud e nessuno che riesce a sbrogliare la matassa climatica. Stare a protestare serve a poco perché questi malfunzionamenti sono connaturati con la nostre indole pressapochista, facilona e terzopartista che ha sempre contraddistinto la storia del nostro paese...... andiamo per gradi:
il clima è ormai cambiato, e lo sappiamo. Sono anni che ne se ne parla eppure da bravi pressapochisti quali siamo siamo riusciti a farci sorprendere (altrove non é andata molto meglio però si cammina e le strade sono mantenute relativamente pulite, e qui?); nessuna scusa possiamo addurre perché dobbiamo farci la bocca e prepararci perché sarà sempre peggio (e pensare che nel 1966 ci fu una mini glaciazione e mezz'europa finì per giorni sotto neve.. ci furono grandi disagi e morti ma di quella lezione non abbiamo fatto tesoro, pare..)!!!!!
risorse energetiche: i russi c'hanno appena comunicato che, causa problemi in casa per il freddo, ridurranno all'intera europa del 15% la fornitura di gas; il che significa restiamo al freddo? Per quanto riguarda l'elettricità: ma non ci sono almeno una ventina di centrali piccole elettriche sparse per il paese e perché non le si attiva? Qui abbiamo un problema: la, "non", politica energetica che questo paese sta seguendo é praticamente suicida... invece di incentivare la produzione locale e, possibilmente, non inquinante qui ci siamo messi mani e piedi nelle mani ..... del sincero democratico amicone russo!!!!!! E la telefonia? lasciamo stare... son anni che si chiede di interrare i doppini, per dirne una.
l'economia non é cambiata, anzi. Il turbocapitalismo continua a correre e fa morti e feriti (per non parlare della distruzione di interi Stati, leggi Grecia). Dovremmo prendere atto che il sistema è fallito e cambiare strada per vedere se è possibile non dico invertire la tendenza ma almeno per mettere fuori carreggiata un sistema, quello liberista, fallito e provare altre strade... soprattutto perché le poche risorse a disposizione (quelle che non sono riuscite o a rubare o a distruggere) dovrebbero essere indirizzate a limitare i danni e invece, no.... proprio in Italia stiamo assistendo al'esperimento di stampo malthusiano in base al quale si cerca di imporre a tutti quella che é la convenienza di pochi, pochissimi!!!!!
il carattere nazionale italiano, poi, ci mette del suo: ce ne freghiamo e basta in nome del "non nel mio giardino" aspettiamo che altri muovano le nobili kiappe dalla sedia (sempre aspettare... dovrebbe essere, e forse lo sarà, l'epitaffio delal nostra nazione); non mi riferisco, naturalmente, agli universitari de l'aquila che si son messi a fare i volontari spalando e portando, laddove possibile, medicinali e viveri nelle zone isolate; così come non mi riferisco certo a tutte quelle persone, decine di migliaia, che, senza nessun particolare ordine, hanno fatto il loro meglio per aiutare gli altri.. no io mi riferisco agli altri a quelli che rimangono alla finestra e aspettano che passino i "soccorsi"....... oppure a chi, a roma, ha mandato 200 duecento uomini a spalare la neve per consentire la partita di calcio: non era meglio mandarli altrove?
veniamo alla politica: dov'è il Governo? Dove sono i coordinamenti fra istituzioni doverosi in questi casi? Quando ci saranno le comunicazioni in Parlamento per dar conto della gestione della crisi? Ci saranno queste comunicazioni? Mah ... A ben vedere qualcuno ha fatto il furbo.... a roma si nega l'evidenza ma fra protezione civile (che pure ha convocato riunioni su riunioni) e singole realtà lo scaricabarile, è sempre lo sport preferito, é d'obbligo: eppure c'era chi aveva fatto della sicurezza dei cittadini uno dei dogmi della propria campagna elettorale e chi ha come andato il difendere da eventi come questi la cittadinanza!!!! Ora, oltre a fare appelli (restati inascoltati) ai cittadini, non si sa far altro che scaricare su altri, peraltro anche con una piccola ragione, le proprie mancanze? E questo solo per la capitale, ma nel resto d'Italia non è certo andata meglio: treni, trasporti, scuole, ecc. una debacle totale... scambi di accuse e parole grosse ma la sostanza é che almeno 70 mila persone, solo nel lazio, sono senz'acqua ed elettricità..... Invece nei palazzi: qual'é l'argomento del giorno, lo sapete? Monti é di "destra" populista (pdl) o di ..... destra liberista (il pdmenoelle)? Perché nessuno ha convocato il Parlamento per chiedere conto del casino a questo Governo? Hanno paura che venga alla luce la realtà, ossia che questi son lì come ultima spiaggia per questo sistema che con i professori cerca di salvarsi perché delega a loro quello che non si vuol fare o non si è capaci di fare? Se mai qualcuno dovesse chiamarlo a dar conto della propria incapacità questo Governo cadrebbe e addio sistema......
poniamoci una domanda: se il maltempo dovesse continuare per un altro mese, che cosa accadrà? Che si fa? Chiuderemo il paese e aspetteremo passivi il passare della nottata gelata? Ora ditemi che siamo un paese civile e avanzato e chi lo fa si prenderà una sonora risata!!! Ho un amico in Finlandia: é attonito, prima lo prendevano per il sedere causa governo ora causa neve; è vero che lì ci son abituati ma l'immagine che diamo, come nel resto del pianeta, è questa..... eppure in tempi eccezionali il ragionamento basato "sul chi "paga" i soccorsi non dovrebbe valere perché l'emergenza é nazionale e nazionale dovrebbe essere l'azione, invece siamo ancora al coordinamento: A dice che B non gli ha detto che l'allarme era eccezionale, ma perché c'era bisogno di dirlo? Internet non lo sa usare e siti meteo non li sa leggere? Deve aspettare che "altri" deve farglielo notare? Siamo seri... no meglio di no perché sennò mi vien male; e non é finita perché nemmeno questa perturbazione é andata via che già ne sta arrivando un altra......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore