lunedì 9 maggio 2016

L'Italia che fu, protagonisti: Aldo Moro

« Per quanto si sia turbati, bisogna guardare al nucleo essenziale di verità, al modo di essere della nostra società, che preannuncia soprattutto una nuova persona più ricca di vita e più consapevole dei propri diritti. Governare significa fare tante singole cose importanti ed attese, ma nel profondo vuol dire promuovere una nuova condizione umana. » (Aldo Moro, Relazione al XII Congresso della Democrazia Cristiana, Roma, 9 giugno 1973)
Uno dei giganti della politica italiana: non un santo ma un realista, un politico che si rendeva conto che questo paese poteva diventare quello che in tanti, anche fuori dall'Italia, volevano evitare a tutti i costi che diventasse...... Argentina, Cile, ecc. tutti esempi di un laboratorio sociologico dove i popoli cercavano una via che altri (a Washington soprattutto ma anche mosca ci metteva spesso il becco) volevano impedire che prendesse. Il problema era, per il nostro paese, che era un paese di confine e che vedeva nel proprio corpo sociale la presenza del più forte, e del più socialdemocratico, Partito Comunista d'occidente con una forte presenza sociale, quasi una comunità, e una presenza politica altrettanto incisiva: al punto da, in nome del 'realismo togliattiano', accettare la 'conventio ad excludendum' ritagliandosi per se un ruolo di perenne opposizione, con alcune forme di mdello di governo in alcune regioni del centro del paese (cone sappiamo oggi con molti chiaroscuri), dalla quale condizionare il governo e le sue politiche forte di due punti fermi: essere sempre una valida alternativa e (anche grazie alla presenza del blocco di varsavia) fare da ponte e da pontiere con quelle spinte troppo forti verso un irrealizzabile 'socialismo di stampo marxista-leninista' che ad altro non avrebbe portato che a un golpe di stampo sudamericano. Moro, come Berlinguer, queste cose le sapeva eccome, e le temeva: ecco perchè si rese conto che doveva portare nell'ambito 'democratico (leggi occidentale)' - come aveva già fatto per il PSI -  questo partito non in quanto partito ma in quanto rappresentante di milioni di persone, di italiani che aspiravano ad altro, a un paese migliore. Ecco perchè espresse due 'disaccordi':
  • Disaccordo degli Usa: l'ingresso al governo di persone che avevano stretti contatti con il partito comunista sovietico avrebbe consentito loro di venire a conoscenza, in piena guerra fredda, di piani militari e di postazioni strategiche supersegrete della Nato. Inoltre, una partecipazione comunista in un paese d'influenza americana sarebbe stata una sconfitta culturale degli Usa nei confronti del resto del mondo, e soprattutto dell'Urss[22];
  • Disaccordo dell'Urss: la partecipazione al governo del PCI sarebbe stata interpretabile come una forma di emancipazione del partito dal controllo sovietico e di avvicinamento autonomo agli USA
All'inizio del 1978 Moro, allora presidente della Democrazia Cristiana, fu l'esponente politico più importante che ritenne possibile un governo di "solidarietà nazionale", che includesse anche il PCI nella maggioranza, sia pure senza una presenza di ministri comunisti nel governo, in una prima fase. Tale soluzione presentava rischi sul piano della politica internazionale, in quanto non trovava il consenso delle grandi superpotenze mondiali.
Ed ecco perchè fu ucciso: furono le BR, questo dice la storia ufficiale ma come non pensare ai tanti processi sulla sua vicenda e alle tante ricostruzioni che sono state fatte che disegnano uno scenario completamente diverso: dove dietro utili idioti si nascondevano proprio gli 'amici' del paese; gli alleati di sempre; coloro che 'avrebbero fatto capire al popolo quel che loro credevano fosse meglio per esso'; una frase tristemente famosa usata da un eminente americano a proposito dei cileni e anche lì guarda caso poco dopo Allende ci fu un golpe, anzi 'il' golpe per eccellenza fatto dal 'sincero democratico e amico dell'occidente' Pinochet e in Argentina dai colonnelli... per tacere della Grecia. Questa è storia e in nome della stessa storia Moro ha pagato con la vita il suo sogno come anche il nostro paese ha pagato dazio con gli anni del terrorismo, della strategia della tensione e della varie P2: oggi lo sta ancora pagando......
Fonte: wikipedia in corsivo nel post
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore