giovedì 27 dicembre 2007

I 60 anni della Costituzione........

La Costituzione italiana compie in questi giorni 60 anni: una vecchia signora ancora in forma (anche se vissuti non pienamente). Già. Solo 3 italiani su dieci conoscono i principi che sono alla base della sua stesura e solo uno su dieci sa quanti sono gli articoli che la compongono. Nonostante sia una "signora" matura di Lei gli italiani non ne sono mai stati innamorati nè hanno mai tentato di conoscerla a fondo per andarne orgogliosi. Mentre altri paesi ce la invidiavano la ignoravano; mentre altri la copiavano a più riprese hanno tentato di cambiarla. I principi base sono alti e nobili: sociale; democratico; liberale. Essendo frutto della scelta di partiti che avevano combattutto il fascismo essa ne risente nel novellato ma complessivamente ha determinato la stabilità del paese e ha permesso a tutti di crescere sulle radici che ha posto nella società italiana. Disattesa in gran parte dalla partitocrazia, mantenendo l'impianto orginale ha permesso alle istituzioni di resistere alle ondate qualunquiste che negli anni si sono succedute; e quando se ne è parlato male, presentandola come obsoleta, a mio parere ciò è accaduto perchè l'elitè che nel frattempo ha preso il potere era costretta in ambiti stretti e non poteva creare a propria immagine a somiglianza l'intera società come invece si sta tentando ora di fare: è stata il vero baluardo contro la partitocrazia e le è sopravvissuta. I principi scritti sono attualissimi: dalla libertà di manifestazione del pensiero all'eguaglianza senza discriminazioni di sesso, religione ecc; dal diritto al lavoro al diritto all'istruzione uguale per tutti anche se un privato può fare altrettanto ma dev'essere senza oneri per lo Stato (mai accaduto anzi oggi pià che mai si sputa nel piatto dove si mangia); dalla parte economica a quella sociale tutte cose che sono state disattese se non tornava ai potenti di turno. Se la metà di essi fossero stati effettivamente attuati saremmo in un paese migliore di quello attuale e dove i cittadini non sarebbero stati preda del primo messia di passaggio. Invece gli italiani si sono sempre contraddistinti per l'incapacità di pretendere dai loro rappresentanti il rispetto dei principi propri della Costituzione e quindi, in mancanza di terreni condivisi, sono stati i loro limiti ad aver segnato il passo alla crescita democratica e spinto verso una estremizzazione degli schieramenti che hanno disastrato la nazione. La signora ha bisogno di qualche ritocco approfonfito ma non certo di quello che da qualche anno si parla nè di quelli che gli attuali partiti propongono perchè ne stravolgerebbero lo spirito rendendoci peggiori di quanto siamo in realtà...........................................
Auguri Signora!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore