mercoledì 21 maggio 2008

Travaglio: sono di destra. e allora?

Ieri sul magazine di Libero c'era la sensazionale notizia che il giornalista Marco Travaglio si è dichiarato di destra anzi un liberal-conservatore. Mi chiedo quale sia lo scoop fatto! Almeno i più attenti lo sanno: è come a scuola che non solo il secchione della classe, che si presuppone lo sappia per definizione, ma anche una buona aprte dei suoi colleghi sappiano rispondere alla domanda: quanti anni hai? Si è sempre saputo che Travaglio sia di destra e non da ora; naturalmente come afferma lui stesso, ed il sottoscritto concorda pienamente, di una Destra che non esiste più: la Destra liberale. Quella Destra cui pure si richiamava Montanelli, che ha come padre un Croce per fare un'esempio; una Destra aperta al nuovo che distingue fra liberalismo e liberismo economico (Croce afferma giustamente che sono cose diverse da non mischiare assolutamente per non creare pateracchi, cosa puntualmente accaduta ... guarda caso!)che ha nel proprio orizzonte la democrazia ma che non disdegna interventi correttivi in campo economico (nel solco di Schumpeter e Keynes mica del fanatico Friedman che di danni in giro per il mondo ne ha fatti a iosa, visto che sulla sua coscienza a milioni di esseri umani ridotti alla fame dalla sua teoria folle), che si batte per i diritti fondamentali dell'individuo ma non si ferma a questi e sa guardare oltre: una Destra che educa alla democrazia. Una Destra, infine, che sa cosa significa educare le masse al libero pensiero. Non una destra che usa termini nobili per svuotarli di contenuto rendendoli vuoti e insignifcanti che fa ubriacare i cittadini di narchia liberista per poi, quando aprono gli occhi usi disastri accaduti, dirgli è il mercato baby. Questa "destra" è anarchica e illiberale fin nel suo DNA, quella Destra era l'esatto opposto: era aperta, politicamente caratterizzata, non fuggiva dai problemi né trovava scorciatoie, ma soprattutto sapeva affrontare i problemi pragmaticamente senza però perdere di vista il bene primario: il benessere presente e futuro dei cittadini. Che Travaglio fosse di Destra, di quella Destra, non mi meraviglia; che lo fosse oggi: nemmeno. La cosa triste è che uno così debba scrivere su un giornale, per definizione, opposto politicamente, è questa la cosa sconcertante e fa comprendere come sia ridotta la nostra politica e la vita culturale del paese: uno che non si accoda al pensiero debole e altalenante e per poterlo fare dev'andare in casa altrui, è questa la cosa triste
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore