domenica 3 gennaio 2010

.... ha ragione!!

Benedetto XVI ha ragione: maghi ed economisti non hanno in mano il futuro, quindi meglio perderli che trovarli? Capisco anche che Tremonti sia d'accordo: non potrebbe essere altrimenti visti i chiari di luna che affronta. Si affermo che sono d'accordo anche se per motivi probabilmente opposti a quelle esposti da loro. Per quanto riguarda i maghi non c'è discussione: l'astrologia è un vero e proprio affare per chi lo usa non per chi ci cade perché negli astri non è scritto nulla, assolutamente nulla anche se si può capire che con le mille incertezze che ci sono in questi anni ci si attacca a tutto (anche se il "popolino" che ci cade sarebbe anche accettabile però se a farlo sono i politici è tutta un'altra storia) perfino alle fesserie. Caso diverso sono gli economisti. Sono professionisti e sono diventati i sacerdoti del sistema socio-politico nel quale siamo immersi e sono assurti a specialisti senza i quali le cose non vanno avanti.... almeno pare. In realtà l'economia noon è una scienza esatta ed è nata per spiegare i fenomeni non per imporre ricette fasulle. Invece fin dagli anni '80, con la spinta liberista che ha ideologizzato l'economia, proponendo molto di più che ricette (come non ricordare il fidel maximo Milton Friedman che di fronte alle rimostranze del suo amico Pinochet, che temeva a sua volta una rivolta per fame dei cileni che in pochi mesi erano passati da una situazione florida nell'assoluta povertà, non seppe dir altro che "bisognava aumentare le liberalizzazioni") ma un modus operandi di vita che si basa sul principio homo homini lupus (che a noi propinano con parole come mercato - che non c'è mai stato perché nessuno è così stupido da accettare che altri gli facciano concorrenza -, concorrenza - idem come prima - liberalizzazioni, modernizzazioni, ottimizzazioni, ristrutturazioni, economia sociale di mercato ecc. (cui vi hanno pedestremente aggiunto il paradigma che mercato è uguale democrazia (emerita baggianata dato che sono due cose che viaggiano in maniera opposta fra loro) tutte cose che significano che c'è chi ci guadagna oscenamente e chi (la maggioranza) s'impoverisce: e se ciò si aggiunge, in un paese come il nostro (ci illudiamo di essere una potenza ma in realtà siamo solo il più ricco fra i poveri in quanto c'è una minoranza ricchissima e una maggioranza impoverita), la mancanza di regole il giochino è fatto perchè da un lato ci sono persone che se la bevono e ci credono e la gran moltitudine che non ha alternative e annaspa nell'incertezza aggrappandosi ai vari ducetti di turno che sbucano in queste occasioni. Si Papa Bendetto XVI ha ragione e dovremmo seguire la via che da decenni poche cassandre hanno avuto il coraggio di mostrare: cambiare strada e con essa chi ci ha rovinato....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore