domenica 25 aprile 2010

destre a confronto....

il 25/4 è passato.. con polemiche, contestazioni, strascichi e tutto quello che è previsto nel menù di questo giorno di festa (compresi i manifesti del nanetto versione 1.0 sequestrati). Ma la politica non si ferma mai (non riposa ecc.) è sempre in movimento: a volta la mia impressione che sia tutto "voluto" per aumentare la confusione nella gente per non lasciarla riflettere a freddo e per stringerla a sè indissolubilmente; a ognuno il suo orticello e bye bye alla partecipazione. Le destre, lo abbiamo sempre saputo, sono plurali nel nosrto paese, ne abbiamo addirittura tre: quella economica (PD); quella populista (PdL) e la neonata destra moderna (Fini e co.). Tre interpretazioni e tre modi differenti di vedere la società e la sue articolazioni; tre modi diversi di approcciarsi con la gente: ma un solo comune denominatore ossia tenerci lontano dalla politica attiva perchè queste destre sono élite e si sa che esse non amano quando la massa entra in fibrillazione e alza il dito per sapere, in praticva diventano nervosi. E se ad esse aggiungiamo il nuovo pci, la lega, che condiziona la maggioranza per raggiungere i propri scopi (creare le condizioni per arrivare prima ad un federalismo spinto e poi ... la secessione?) in ciò favorito dai problemi del capo, vediamo chiaro come il sole che ci hanno infilato in un vicolo senza uscita ossia l'intera società non ha scampo: o pasa di là dove vogliono loro o é vessata da mille crisi. Uscirne? Certo è possibile ma richiederebbe un grande sforzo e leader dello stampo, che so, di Moro e Berlinguer e al momento all'orizzonte non se ne vedono; ecco perchè da qualche anno il 25/4 non mi pare "la" Festa della Liberazione ma il suo funerale.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore