mercoledì 24 agosto 2011

Gli ultimi fuochi.... seeeeee

In giro, nella rete e non, c'è una nuova aria .... si dice; ma non è così: a sperare è una parte solo, quella che ha sempre data il meglio di sé ed é sempre stata tradita dagli altri, sempre. Più o meno è il 30% della cittadinanza ed è quasi la totalità del lavoro dipendente e dei pensionati ... e guarda caso è sempre quella che ha pagato il conto ultimo delle "folie bergéres" che i vari politucoli di vario ordine e grado si sono inventati per dare lustro a se stessi e agli sponsor che li avevano aiutati: sempre e mai a quei fessi che li votavano..... o sì quando c'era la guerra fredda le briciole gleile lasciavano per evitare che trovassero maggiormente attraente oltrecortina o favorissero il maggior partito di opposizione che, secondo la vulgata maggioritaria fra i poteri forti, ne era l'espressione nel paese, il PCI, e per il quale fu inventata non solo la "conventio ad excludendum" ma pure una cosa chiamata "teoria degli opposti estremismi" da cui nacque la strategia della tensione con annesse bombe, servizi deviati, più o meno ridicoli colpi di Stato, logge deviate e qualsiasi altra cosa furono capaci d'inventarsi per tener legata a sé la cosiddetta maggioranza silenziosa (i qualunquisti di allora e i gli elettori mediani di oggi che determinano in una elezione la vittoria di questo o quel partito e questo o quello schieramento........... in buona parte erano perbenisti e moralisti rimasti anch'essi fregati dal potere ma che si sono riaccasati ben presto nella seconda repubblica con l'amato capo sicuri di essere intoccati sia nelle tasche che negli interessi diretti o meno, insomma il meglio del meglio del meglio del nostro sfigatissimo paese) e imprigionarla nelle sue stesse paure. Ne sono ripagati: nel corso del tempo l'elettorato del vecchio pentapartito e della lega, che eredità una buona parte del voto operaio del pci, trova una casa "dorata" dove può sviluppare i suoi istinti peggiori (individualismo, indifferenza al sociale, egoismo di classe, tassazione "separata" e quant'altro) e specchiarsi nel roi soleil de noantri che in cambio ha potuto fare macelleria sociale, costituzionale e politica del paese e predisporre tutto per elevarsi al di sopra di tutti gli altri e di tutto il resto: l'unico contropotere, perlatro per funzione istituzionale non ha scelta, che ha mantenuto la schiena dritta è la Magistratura ma i cambiamenti apportati nel resto del corpo socio-politico istituzionale ne hanno fatto una riserva indiana sempre più piccola e impoverita asfissiata dall'attacco concentrico che tutto il sistema politico le ha portato (una strana unità e alleanza, vero?) nel corso degli anni rendendola simile al mitico fantasma del natale passato, un pò poco contro il leviatano emerso dalla nascita della seconda repubblica. Ma come tutti i fatti umani tutto ha un inizio e una fine e questo leviatano è precocemente invecchiato però il crollo non c'è stato: sia i ceti che potgeri e corporazioni hanno bisogno che tenga duro perché sono già alla ricerca di altri referenti ............ e finché non li trova al potere ce lo inchioderanno. ecco allora il cercare costantemente il nemico; ecco allora la continua depredazione del bene comune pubblico anche quando ormai c'è poco da depredare e anche quando l'equità di fronte a una crisi di sistema richiederebbe sobrietà ed equilibrio e soprattutto l'incisione di bubboni quali l'evasione fiscale e contributiva per fare un esempio; ecco allora le manovre a senso unico a ripetizione che dovrebbero ingannare, complici i media addomesticati e/o asserviti e la fuffa delle cosiddette opposizioni, l'europa liberista e i mercati di cui la massima espressione; ecco allora l'assoluta indifferenza al milione e centomila giovani a cui, anzi, si fa pagare (insieme ai soliti noti prima menzionati) non solo la perdita di futuro ma anche il peso del cosiddetto risanamento del debito pubblico (categoria nella quale fanno rientrare un pò di tutto ...... mentre in realtà le voci in discussione sono almeno due ossia il deficit frutto anche del mancato apporto in termini di tasse e contributi che costringe lo Stato a tagliare, tagliare e ancora tagliare e l'altra voce il debito pubblico che è il frutto del deficit spending folle che i governi degli ultimi 30 anni hanno fatto ricorso dopando l'economia nazionale e falsando la percezione della gente ....... sono voci differenti ma viaggiano a braccetto e solo inetrvenendo su uno si risana anche l'altro ma serve il concorso di tutti, senza la condivisione dello sforzo non se ne esce) con la ritirata dal sociale e la persecuzione dei redditi da lavoro dipendente sui quali si fa pesare tutta la crisi, proprio tutta: altrimenti dovrebbero mettere le mani nelle tasche dei loro elettori e questo proprio non gli va giù.... vedrete che la manovra quando sarà definitivamente approvata sarà molto diversa da quella propagandata, molto diversa: al punto che più che risanare distruggerà completamente anche quello straccio di solidarietà che ancora tiene duro.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore