mercoledì 30 novembre 2011

Comprare titoli? ma nemmeno per sogno.......

Dopo l'addio di Lucio Magri era indeciso se fare stasera un post; insomma non mi andava ma poi mi son detto: e perché mai? Cosa avrebbero fatto questi personaggi al mio posto? Avrebebro continuato sulla propria strada, magari ogni tanto voltano lo sguardo e lasciandosi nel proprio cervello quello spazio privato per non dimenticare", ma fermarsi proprio no.... quindi: stasera parliamo della scienza triste per eccellenza, l'economia. Quella scienza che guru, si fa per dire, come: Von Hayek, Von Mises, Friedman, Smith, ecc. hanno elevato al rango di scienza per il controllo sociale attraverso una semplice idea ossia l'equazione mercato=democrazia=libertà sia alla radice di tutto e di tutti e senza saremmo persi...... Un enorme balla: perché l'unica cosa che hanno ottenuto é l'aumento della povertà, della precarietà della vita, della carestia ecc. ricordiamocelo.
Viviamo in un sistema economico-finanziario basato sul debito che é alla base di tutto, si debito per: comprare la casa; comprare il cellulare; comprare l'auto; ecc. ecc. il debito é la vera ricchezza... ma sapevate che quando contraete un prestito state facendo arricchire qualcun'altro? Infatti il sistema alla base ha proprio questo: consumo, debito, profitto. La produzione passa in secondo piano perché anch'essa si basa su un deficit: di ideazione, costruzione, vendita. Dagli Stati a noi stessi siamo tutti indebitati: ad oggi se noi volessimo 60 milioni di italiani volessimo eliminare da soli il debito pubblico nostrano dovremo sborsare almeno il 16% del reddito lordo annuo .... impossibile. Standard & Poor ha previsto l'anno scorso che il 60% degli Stati del pianeta sarà presto sull'orlo del fallimento, perché? Semplice: anziché usare le tase per finanziare la crescita sociale e culturale e la valorizzazione del cittadino li spendono in "programmi" finanziati al solo scopo di spingere l'individuo a spendere, spendere, spendere per spingere chi produce a produrre sempre di più; ma come ben sappiamo tutti a un certo punto o il mercato si satura o..... si ferma perché tutti hanno raggiunto l'esatto equilibrio fra risorse e prodotti da consumare. Se a ciò aggiungiamo che viviamo in una società finanziarizzata dove non si produce qualcosa ma solo profitti ben si capisce come la ricorsa fra consumatori, non cittadini, e produttori é persa in partenza a favore dei secondi perché hanno a loro disposizione molti mezzi per spingere i primi a spendere anche quanto non ne hanno bisogno: come? Con l'induzione della domanda attraverso il marketing e il credito al consumo e da questa tenaglia non si esce se non quando non si é più capaci di pagare, non c'è alternativa: sia che tu sei ricco o straricco o povero o indigente "conti solo se hai l'accesso alle risorse", altrimenti non esisti e, con buonapace di tutte le religioni, sei solo un peso o meglio un costo da tagliare per sempre. Ecco perché se seguirete la campagna "acquistiamoci noi il debito italiano perché i tassi sono convenienti" é la classica fuffa con il quale attirare le pecore nel recinto dove qualcuno ha già introdotto i lupi che devono solo allungare il collo per mangiare ..... non devono nemmeno adottare tecniche e strategie dato che il cibo é la a portata di muso. Non ci cascate: diventerete debitori di voi stessi e creditori del .... nulla. Quel debito non può essere ripagato perché nel mondo reale, qui, NON esiste: é stato creato in Borsa da persone e istituzioni che hanno scommesso non se vi indebiterete ma quanto e con un sistema del genere non si ha scampo .... non credete agli untori del debito perché l'unico modo per uscire da un sistema che scommette contro se stesso per arricchirsi, chiunque facesse in piccolo una cosa del genere andrebeb in galera in due secondi, é aprire gli occhi sul mondo anzi sulla banca "che hanno costruito intorno a noi" dandoci ogni tanto respiro (hanno paura che ci svegliamo e ogni tanto allargano i cordoni della borsa) per poi richiuderla quando si accorgono che ci stiamo elevando appena sopra il livello che ci hanno pre-assegnato: perché, come dice Adam Smith nella ricchezza delle nazioni "la mano invisibile del mercato permette una riallocazione delle risorse solo nel momento in cui si raggiunge un equilibrio" .... il problema é che quest'equilibrio, per propria struttura, non sarà mai raggiunto proprio perché intrinsecamente proprio il sistema a due facce finanza/produzione é instabile perché tutto basato sulle aspettative... di arricchirsi di alcuni a scapito proprio dei molti, ossia di voi e me; quindi se vi venisse voglia proprio di spendere i vostri soldi (se ne avete in più): fate scorte e rimanete liquidi e se proprio volete contribuire continuate a fare il vostro lavoro e la vostra vita ..... tappatevi le orecchie al canto delle sirene sennò farete la fine dei compagni di Ulisse.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore