lunedì 30 luglio 2012

Diaz .. e ora spuntano i veleni

Canterini (condannato a 5 anni con riduzione della pena a 3 anni e 3 mesi, ora in pensione) un funzionario di polizia in servizio ai tempi dei fatti del G8 e della Diaz, con l'aiuto di due giornalisti, ora racconta la sua verità ... come altre volte nella nostra storia dopo le sentenze arrivano i veleni. Sta per uscire un libro: “Diaz – dalla gloria alla gogna del G8″; il punto principale del racconto é che l'irruzione alla scuola Diaz, dove si presupponeva ci fossero black block, fu decisa per rimediare alla figuraccia mondiale, con una rappresaglia scientifica, fatta dai servizi segreti e dalle forze di sicurezza italiane e straniere a fronte del movimento no global di cui non si riuscì a fermare l'azione di protesta ... e neppure la violenza: qui ci sono tanti interrogativi perché troppi sono i filmati che riprendono persone vestite di nero che .. parlano con rappresentanti delle forze dell'ordine, manca solo il caffé in mano.




Il libro cerca di dare una risposta ai tanti, troppi misteri del vertice internazionale del 2001 e, in particolare, del perché ci fu la Diaz e di cosa altro fosse il "famigerato" GOS (gruppo operativo speciale), poi disciolto, se non un drappello di picchiatori fantasma a metà strada tra teppisti e poliziotti che erano comandati/manovrati, non si sa da chi.... Una versione dirompente, vero? Ora facciamo un pò di tara: partiamo dal fatto che l'autore si voglia rifare la verginità montando su una parte di verità, il proprio punto di vista, con supposizioni e congetture ... e questo ci sta tutto, perché probabilmente parla del proprio "angolo" di osservazione, ma si tratta pur sempre di un ..... angolo. Ma pur ammettendo che tutto ciò che riguarda la sua versione sia assolutamente veritiera, é proprio quella parte di verità che é di per sé inquietante: uno Stato (come già accaduto in passato durante gli anni della strategia della tensione o durante il periodo della trattativa con l'ala militare e stragista della Mafia) che ha più facce di cui una sola é "pubblica" mentre le altre sono nascoste e, forse, indicibili alla pubblica opinione.. la pubblica opinione: una strana entità che se da un lato non perde occasione per avallare sempre le versioni ufficiali in nome della "ragion di Stato (oggi invocata da un commentatore sul corriere della sera a proposito proprio della ormai famosa trattativa... arrivando ad adombrare "reclutamenti di giovani studenti di giurisprudenza, oggi diventati magistrati, da aprte dei "soliti" comunisti ... mah, che tristezza che provo)" dall'altro non sa staccarsi dalle troppe connivenze che ci sono state con i poteri dello Stato, deviati o meno, che hanno pesantemente condizionato la storia italica.... come non ricordare l'avallo della cosiddetta "maggioranza silenziosa" alla linea degli opposti estremismi, salvifica e consolatoria versione rilasciata dal potere per giustificare propri inquinamenti e collusioni con settori della zona grigia dell'eversione sia nera che rossa che poi si é dimostrato che in realtà erano ampiamente infiltrati e manovrati dagli stessi? E' inutile, quando si arriva al livello politico o para politico il gioco preferito é quello dei ricatti e delle vendette: ritengo interessante leggere questa testimonianza se messa in questo quadro, altrimenti non possiamo non pensare all'ennesimo depistaggio .... cosa di cui cominciamo a essere un pò stufi, perché se il paese é ridotto così é proprio dovuto alle incrostazioni successive che ci sono state e che nessuno o quasi ha interesse ad eliminare.





Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore