mercoledì 26 dicembre 2012

Legge di stabilità: il testo definitivo... si poteva fare altrimenti? Certo, vediamo...

Passato un sereno natale? Anch'io, grazie; ma a leggere la legge di stabilità del governo monti mi è quasi andata di traverso...... vediamo perché.
Credo tutti sappiate che la finanziaria é passata come credo che tutti sappiate quali sono le misure adottate: si poteva fare altrimenti? Secondo me, si; vediamo come, a grandi linee nei provvedimenti più importanti:
  1. partiamo dai grossi numeri. TAV, MOSE, F35 una grossa somma viene impiegata in questi tre grandi "opere", si poteva fare altrimenti visto che, dicono, siamo in crisi? Con i risparmi che si sarebbero effettuati 1/3 della finanziaria e della stessa spending review potevano essere evitati perché lo stop ad esse avrebbe comportato risparmi notevoli per la spesa pubblica. Risparmi che potevano o essere portati in deduzione al debito pubblico, essendo pluriennali come spese, sia (senza aggravi perché erano spese già previste) essere impiegati in settori come quello della ricerca e sviluppo sia nelle scuole e università pubbliche.
  2. Passiamo alle banche e alle assicurazioni. La tobin tax esonera le banche dal pagamento per le loro operazioni in derivati (esclusi quelli azionari, che sono poca cosa). Si mette a rischio il gettito stimato (1,1 miliardi) e si ammette che la tassazione in materia é una bufala ..... in pratica si crea un buco che dovrà essere riempito dal prossimo governo, qualunque sia; per tacere dei 3,9 miliardi di prestito a Monte Paschi (nel frattempo è giunta anche l’approvazione temporanea della commissione Ue), che potrà emettere i relativi bond dal 1 marzo: dov'é il libero mercato e la marginalizzazione di quelle istituzioni finanziarie che vanno fuori da esso? In realtà lo Stato diventa azionista del MPS senza averne benefici ma rimettendoci soldi dato che paga i bond non al prezzo di mercato sovvenzionando sottobanco una banca decotta. S'introduce, surrettiziamente una mini patrimoniale che paghiamo tutti noi: circa 34 euro da pagare sui conti correnti e il suo doppio se sullo stesso conto ci sono due entrate, tutti zitti. Per le assicurazioni: facile, si aumentano le riserve con un costo che sarà scaricato sui clienti e non s'impedisce alle compagnie assicurative di agire come banche senza averne gli obblighi e, soprattutto, i controlli previsti dalla legge sia europea che nazionale. Si poteva fare altrimenti? Certo. innanzitutto la tobin poteva essere imposta proprio sui derivati, che sono la polpa e non sull'osso; poi si poteva imporre la divisione fra attività sul territorio e finanza alle banche e la seconda poteva vedersi gravata dalla stessa imposta prevista a livello europeo. Per le assicurazioni invece bastava impedire che agissero come banche a scapito dei clienti.
  3. IMU, Tares, Stato biscazziere, IVA. Odiosissime lo so. La Tares in particolare si viene a configurare come il contentino dato agli enti locali per i tagli sopportati dai tagli e dalla mancata IMU. In realtà é una patrimoniale locale bella e buona aggirando la sentenza della Corte Costituzionale che ha abrogato l'iva e altri balzelli che paghiamo per la fornitura dei servizi locali: in pratica si creano le condizioni per privatizzarli tutti in barba a quanto accaduto negli utlimi anni, anche del referendum ....... Sono servizi, non servono fatture commerciali quindi vanno pagate senza tassazione, punto e basta. Per le bische legali, online o no, non si tiene conto di un piccolo particolare: i costi sociali e sanitari del vizio del gioco che prima o poi peseranno sulla spesa; ma questo non é stato nemmeno preso in cosiderazione, purtroppo. Per quanto riguarda l'iva: non si poteva rimodularla in modo, per fare un esempio, da favorire le auto a basso consumo e bassa cilindrata portandola al 10% fino alla cilindrata 1.4? E' folle proporlo?
  4. Sociale e lavoro. La riforma Fornero dispeigherà i suoi pieni effetti, sia dal punto di vista delle pensioni che quella dell'abolizione delle garanzie del diritto del lavoro: nulla si fa, anzi..... non credo sia un caso che tutti i governi europei, con la scusa della crisi, hanno distrutto il welfare che l'altra metà del mondo invidiava; come non notare come le due sponde dell'atlantico si siano avvicinate: non però come dovrebbe essere (legislazione americana europeizzata), anzi da questa crisi in poi siamo tutti "americani" e meno europei nel senso storico come l'hanno pensato quelli che erano i padri della europa. I fondi per le gravi invalidità? Ridotti, punto e basta. In pratica: i portatori di disabilità o graveranno sulle famiglie o saranno emerginati ancora di più e vivranno anni bui a malapena sopportati come pesi e costi dalla società: roba da eutanasia legalizzata. Si poteva fare altrimenti? Certo: bastava ripartire dalla solidarietà sociale e investire in occupazione giovanile e gli effetti sul medio termine ci sarebbero stati perché solo investendo sul futuro possiamo risollevare le sorti del paese, non certo precarizzando tutti e nemmeno rubandogli le opportunità di lavoro lasciandoli nelle fauci di datori di lavoro senza scrupoli e troppo presi dal non pagare il dovuto... solo dalla reintroduzione del falso in bilancio nel penale lo Stato avrebbe potuto far una bella messe di soldi, per non parlare degli accordi con i paradisi fiscali come altri hanno fatto.
  5. Addio riforme degli enti locali: ci teniamo le province, ci piaccia o meno. A loro non interessava davvero, era solo di facciata quindi non hanno spinto il piede sull'acceleratore.
  6. Sanità, scuola e università privata: ricevono una bella somma di soldi pubblici; quelle pubbliche ..... muoiono. In Campania addirittura alcuni esami vengono privatizzati, se hai soldi te li paghi altrimenti ti arrangi.
  7. Leggi mance: impegnano buona parte dei soldi della finanziaria, siamo sotto elezioni, quindi le mance si danno.....
ora, evito di fare altri elenchi per non farmi (e farvi) prendere dal sonno, con una legge siffatta il debito pubblico aumenterà o no? La risposta mi sembra ovvia: chiunque vinca dei partiti..... ci vorrebbe un salto culturale nei cittadini italiani nel votare, ma non nutro molto fiducia in merito, e voi?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore