domenica 6 gennaio 2013

FMI, World Bank, ecc.: solo ora fanno "autocritica"..

Plutarco, noto comunista ante litteram, 2.000 anni fa, scriveva che “uno squilibrio tra i ricchi e i poveri è il male più fatale di tutte le repubbliche”, sapeva di vedere lontano perché tutto quello che da 2 mil anni accade i Greci .... l'avevano teorizzato, studiato e in un certo senso c'avevano messo in guardia: dobbiamo molto alla madre Grecia.
Ma qual'é la, NON, notizia? Che le istituzioni internazionali, guardiane del mercato libero, hanno scoperto che le loro raccomandazioni ai paesi vittime della crisi indotta dalla finanza (e presa al volo dalla politica per fare i conti con il welfare europeo distruggendolo) ... erano sbagliate; bene fece l'islanda a NON tenerne conto e prendere un altra strada, ossia quella di preservare la società reale, e al sua economia, e solo dopo tener conto delle esigenze "creditizie": in pratica, rapportato al nostro paese significherebbe che:
  1. niente F35 con un risparmio totale di almeno 90 mld di euro;
  2. niente tav e grandi opere con un risparmio di almeno 100 mld;
  3. niente fondo per il reinserimento degli onorevoli nella società con un risparmio di 120 mld in dieci anni;
  4. niente pensioni al di sopra dei 4000 euiro così come niente super stipendi per i papaveri della P.A. con un tetto di 240 mila euro, quanto si risparmia? Qui il conto é discordante ma di sicuro sono milioni all'anno;
  5. niente pagamento di debito pubblico estero che ammonta un gruzzolo di ... 690 md;
  6. niente finanziamento a scuole e università private, svariati milioni rispamiati;
  7. divieto per le banche di fare sia finanza che territorio, devono scegliere o gli si impone;
  8. reintroduzione del falso in bilancio come reato penale e adeguamento della legislazione;
  9. Cacciare fuori da ASL, aziende di trasporto locali, FS, gestori di servizi essenziali (acqua, ecc.) riciclati, trombati, nominati, ecc. e dare il via al cosiddetto azionariato popolare con la nomina democratica di un Amministratore per quattro anni non rinnovabili.
  10. Niente soldi alla Chiesa e riforma del concordato;
  11. riforma della legge sul volontariato e sulla cooperazione;
  12. eliminazione del finanziamento pubblico all'editoria.
  13. cancellazione delle riforme sul lavoro e sulle pensioni.
.. tanto per cominciare. Si potrebbe, poi, applicare la Costituzione nella parte economica ... che non si sbaglia mai
Bella scoperta, vero? E allora come mai ci ritroviamo un Monti e non, che so, un politico di stampo "islandese"? Ma soprattutto: perché la NON notizia merita scalpore? Semplice perché é solo l'ultima di una lunga serie di "autocritiche fatte dalle stesse "istituzioni" nel corso degli ultimi 50 anni arrivate DOPO che i danni erano stati fatti..... La storia infatti é lunga 50 anni: ogni volta le stesse "ricette di austerità e sacrifici" e ogni volta, magari dopo anche una bella ribellione popolare (qualche volta armata), arrivano non dico le scuse ma il riconoscimento dell'errore fatto. L'intero pianeta ne ha fatto le spese e mancavano solo i paesi europei, ora nel novero son entrati anche loro: tranne la germania, tutti gli altri son in bilico. E a guardare bene nemmeno i tedeschi se la passano al meglio perché ormai, a forza di comprimere i "propri clienti" in anguste ricette e compiti a casa, per loro il boom, a nostre spese, sta finendo e si cominciano a vedere i primi scricchiolii, sinistri scricchiolii..... in pratica un mostro che divora se stesso (ricorda qualcosa questa espressione?).
Come sempre dico: abbiamo un occaisone per liberarci della cappa di piombo che attanaglia il paese, le elezioni politiche. Sono un occasione di cambiamento, approfittiamone e senza indugi né rimpianti: non saranno rose e fiori ma almeno ci daremo una chance che almeno in una generazione potrà rifar vedere rosa ai nostri figli o nipoti anche perché uno scotto della nostra insipienza e codardia lo dobbiamo pur pagare, vero?
Quali opzioni abbiamo?
  1. Non votare affatto;
  2. andare al seggio e dichiarare che non s'intende votare;
  3. votare per Grillo;
  4. votare per Rivoluzione civile e per Ingroia.
 null'altro perché il resto ci riporterebbe nella fanghiglia attuale e quindi sarebbero voti e tempo srepcati: fate voi....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore