sabato 14 settembre 2013

Non sfasciamo la Carta, il bicameralismo perfetto è una follia; è' una boutade, vero?

Lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio e detto così sembrerebbe che quei brutaloni dei disfattisti e moralisti del .... ex-comunisti, ora pentastellati, domani chissà.... esagerano nell'allarme: non è così, naturalmente.
La Costituzione, come ogni altra cosa umana, ha bisogno di un pit stop e questo è certo ma non nel senso che viene ora inteso, ma al suo esato opposto: fin da quando ero uno studente di scienze politiche, nel 1980, appresi che ne aveva bisogno; ma non così.
Citando a memoria dal libro Isituzioni (.. suona anacronistico oggi parlare di "Istituzioni"...) di Diritto Pubblico di P. Barile, edizione del 1980, c'era una lunghissima lista di articoli della stessa... inattuate, distorte se non disapplicate: ecco il pit stop di cui sopra; vi risparmio l'elenco naturalmente.
Quello che invece vogliono fare questi qui, è altro... è qualcosa che va sotto il nome di stravolgimento della stessa e, stranamente, sembra copiata dal programma di rinascita nazionale della P2; ma non c'è solo questo.. c'è anche altro:
  1. la trasformazione anche sociale ha configurato due grossi ceti l'uno il "popolo del mercato (rentier, pensionati che hanno investito nei fondi delle pensioni integrative, speculatori finanziari, evasori, ecc.) che hanno interesse che il loro debitore, lo Stato, paghi anche affamando i cittadini (fra cui ci sono molti di quelli che pretendono di riavere il credito)" e il "popolo comunemente noto" che usa gli strumenti democratici ma che vede il proprio specifico diminuire dato che lo Stato preferisce il primo anzichè ascoltare i secondi..
  2. c'è la voglia di rivincita verso la Magistratura di una grossa fetta della parte politica che li porta ad asservirla completamente al proprio volere;
  3. c'è la necessità di seguire l'indicazione, è un eufemismo perchè la parola esatta è diktat di cui si è fatta apertamente goldman sachs quando sostiene chesono obsolete e frutto della guerra e che ora bisogna "adeguarle" alle esigenze dei mercati ... il che è tutto dire perchè significa addio alla parte dei diritti economici e sociali;
  4. c'è la necessità di fare in modo che il paese non prenda "coscienza dell'evoluzione europea" che vede alcuni paesi come colonie e altri come produttori (la germania ad esempio fa la furba perchè da un lato ha risanato la propria economia e le proprie banche, anche a spese nostre, e ora da lezioni agli altri imponendo quello che loro in casa loro NON hanno fatto se non in parte...) e di incastonarlo nella costituzione .. e noi siamo gli unici ad averlo fatto;
bisogna fermarli e subito: hanno ragione i vari appelli.. vogliamo vivere nel futuro come hanno vissuto gli italiani nel sud italia negli ultimi 150 anni (preda di corsari, mafiosi, politici corrotti, ecc.) oppure ce ne vogliamo liberare e diventare tutti insieme quegli italiani che la letteratura, quella seria e non vincolata alla massoneria, preunitaria disegnava?
buona domenica
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore