giovedì 8 maggio 2014

La verità non è mai una soltanto.....

Ci dovremmo essere abituati a più verità parziali e quindi avremmo dovuto aver sviluppato gli anticorpi: nella nostra storia non c'è mai stata una verità pienamente univoca .. si è sempre valorizzato quella che al momento sembrava migliore o "accettabile".
Eppure ancora una volta si è dimostrata l'ipocrisia del perbenismo italico, meglio noto come buonismo. Ho aspettato un pò a parlarne perchè ci ho riflettuto sopra e perchè volevo staccarmi dai fatti e filtrarli con il metodo dell'osservazione. Si fose fatto per le trame nere ne sapremmo di più così come si fosse fatto per ogni singolo avvenimento saremmo un paese migliore e invece........... nulla.
I fatti della finale di coppa italia ne sono una prova, riassumiamoli:
  1. secondo molte testimonianze dirette a sparare sarebbero stati in due; per la questura no.... doveva essedre un agguato ma qualcosa è andato storto e un tifoso del napoli ci ha quasi rimesso le penne o meglio ancora non è fuori pericolo completamente; sentite cosa viene detto in questo video pubblicato sul sito "mondo24it" dove si dicono alcune cose che si possono condividere o meno ma il tifoso afferma alcune cose che accendono un faro sui fatti....
  2. hanno, anche in parlamento, negato con forza che ci sia stata trattativa fra i capi ultrà e le autorità (con annesse minacce ammonitrici onde evitare di dire balle sulle condizioni del tifoso).. la stessa procura del Coni smentisce tutti perchè trattativa c'è stata eccome; lo Stato è venuto a patti con loro. Non sarebbe la prima volta: è venuto a patti con la mafia, processo in corso, per supreme ragioni inconfessabili; addirittura la sicilia è stata liberata non dagli americani ma proprio dalla mafia italoamericana; dov'è lo scandalo? Già fatto più volte quindi meglio sapere chi dobbiamo ringraziare sia per la liberazione di alcune parti del paese a opera degli "alleati" (capimafia paracadutati) sia per la tranquillità del ceto politico degli anni dal '60 all'oggi; perchè scandalizzarsi di una trattativa per far svolgere una partita? Perchè smentire? Perchè siam sotto le elezioni o perchè ci avremmo perso la faccia, già fatto da anni, con mezzo mondo?
  3. Si è criminalizzato un capo ultrà, sia chiaro non era e non è un santarellino ma certo non è il mostro da esporre (altro non è che un prodotto della subcultura del sottobosco sportivo incancrenitosi per decenni con la connivenza del paese ufficiale e delle stesse società sportive) alla gogna pubblica.... c'è di peggio, molto peggio. Che dire allora delle indagini che hanno portato tanti politici a essere esposto ad accuse gravissime... molto più gravi perchè usavano denaro nostro per fini propri o dei propri sodali: oggi la dia ne ha arrestato uno o sbaglio? E che dire del decapitamento della struttura dell'expo di milano a opera della GdF? Sono peggiori del "mostro" esposto allo stadio o no?
  4. Si è detto molto degli ultrà vero? Ma quanti sanno che oltre confine c'è di molto peggio? Fate un giretto su youtube e vedrete tutto facendo una ricerca semplicissima con le parole "ultras fight".. roba da lasciare interdetti: i nostri non sono delle cime e non sfigurano ma altrove sono quasi a livello militare.... capitemi bene: militare!
  5. Si è centrato molto il focus su quanto c'era scritto sulla maglietta del tifoso "Speziale  libero". Chi era costrui? E' colui che è stato condannato per la tragica morte dell'ispettore della polizia Raciti, ricordate? Tutto chiaro lì... c'è il cattivo e ci sono i buoni: allora perchè la Cassazione ha ordinato la riapertura del processo? Già.. sapete perchè? Perchè è venuto fuori che alcuni video di tv locali "non sono stati ammessi" al processo. Questi video riprendevano il Discovery urtare Raciti che subito dopo si accasciava al suolo, come dimostrano anche i residui di tracce di vernice blu trovati sulla divisa del povero Raciti.
    Inoltre l'autista del Discovery dopo aver dichiarato ai magistrati di aver visto Raciti cadere a terra dopo l'impatto con il Discovery, chissà perché ha cambiato la sua versione al processo e su di lui pende una querela per falsa testimonianza. Speziale deve essere perseguito e condannato per i reati che ha commesso, tipo rissa, resistenza a pubblico ufficiale e altro ma non per un omicidio che non ha commesso
    . Qualcosa non torna, quindi...... e il processo che si dovrà tenere chiarirà, si spera, questi aspetti al più presto; ma molte altre cose non tornavano nemmeno nell'omicidio di piazza alimonda e nemmeno tornavano per i fatti del G8: tutti promossi ... anche i condannati. Come tutti in servizio quelli accusati della morte di Aldrovandi. Come nulla sembra essere accaduto a Firenze dove qualcuno è morto per strada (ci sono indagini in corso) ... anche quando in molti hanno dichiarato che costui urlava "mi ammazzano" e "aiuto"..e gli operatori gli "erano sopra"; e si potrebbe continuare per molto a scrivere.
Cosa sta succedendo in questo paese? Cosa ci sta succedendo? Io difendo i servitori dello Stato e li difenderò sempre ma alcuni sembrano aver perso la bussola, perchè? E chi li ha coperti al G8 di Genova e perchè?
C'è anche del'ipocrisia di fondo in tutte queste storie: ipocrisia dei media; del paese ufficiale ma soprattutto nostra che ci accontentiamo delle versioni senza porci alcune domande semplici..... sarà che il nostro provincialismo riemerge sempre in occasioni particolari come queste?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore