martedì 10 febbraio 2015

Consecutio temporum

Fonte: Facebook il contropelo di radio capital (alias Massimo Rocca)
Dunque abbiamo appreso dall’irritata risposta del nostro ministro dell’economia Padoan, alle indiscrezioni del parigrado greco Varoufakis che il nostro debito è solido e sostenibile. O meglio forse lo avete appreso voi, se siete particolarmente distratti. Perchè la notizia è di pubblico dominio da anni e perfino i giornali italiani se ne erano accorti, almeno nel dicembre del 2013. Basta fare una ricerca internet con le parole sostenibilità debito italiano. Ma se è vero oggi con un debito al 133 e passa per cento, con tre anni di calo del Pil alle spalle, come facevamo ad essere a rischio default nel novembre del 2011 con un debito al 118% e un Pil marginalmente positivo? Come mai eravamo nella bufera dello spread, il Colle ammoniva, Monti planava e Fornero esodava? O non era vero niente allora o non è vero niente oggi. O meglio era vera una sola cosa ieri come oggi. Che i conti non c’entravano nulla. Che c’entra, solo, la decisione politica di chi usa i dati per decidere chi saranno i sommersi e chi i salvati.
p.s.
Chiaro? se doveste avere ancora dei dubbi...... leggete:
  1. dal Fatto Quotidiano la dichiarazione di Berlino in merito alla concessione di un prestito ponte di 6 mesi proposto dalla Grecia;
  2. da Repubblica.it l'intervista a Michael Pettis (economista di Wall Street China) dove mette il dito nella piaga nel senso che sostiene, e non ho motivi di dubitarne) che la compressione dei salari dei lavoratori tedeschi, processo partito per volontà del socialdemocratico Schroeder, iniziata nel 1998 al 2014 ha creato una montagna di liquidità in marchi ed in euro (oltre ad avere come riflesso l'abbassamento verticale della produttività dei lavoratori tedeschi) che non si è diretta verso l'economia reale ma ..... verso investimenti finanziari e mobiliari proprio in Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda (dell'italia non si fidavano e fanno bene).
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore