lunedì 28 settembre 2015

Siria: il solito gioco sulla pelle dei siriani

No ad alleanze con Assad, è un tiranno”: ecco cos'ha detto Ban-Ki-Moon segretario dell'Onu a proposito del problema "Siria/Is". Come sempre, nel caso dell'Onu, nella frase c'è un errore di forma: si definisce "tiranno (a ragione)" Assad ma si tace sulla Presidenza della Commissione Diritti Umani della stessa organizzazione affidata a un saudita: ossia al paese che non solo ha dato i natali al mostro n°1, Osama Bin Laden (la cui famiglia fa, faceva e presumibilmente continuerà a fare, affari miliardari con gli americani) ma è il vero covo del terrorismo islamico, segnatamente la corrente wahabita, ed è il paese che impicca chiunque commetta qualcosa che non è approvato dalla polizia religiosa; dove le donne non possono guidare ecc. insomma un vero paese democratico....eppure hanno messo un suo esponente alla guida di una delicata commissione come quella succitata. Due pesi e due misure? Come sempre... non è un caso che Putin, anche lui non un santarellino ma che almeno non è così impudente come i "colleghi" dell'Onu, ha gioco facile nel dire che è stato un errore abbandonare al proprio destino Assad, perchè? Perchè, come nel caso di Saddam, i geni qui in occidente stanno scommettendo solo sul controllo delle risorse e in funzione anti alleanza Cina-Russia da un lato e di creare un cordone sanitario intorno all'occidente e ai loro popoli affinchè non guardino oltre esso e si facciano una propria idea che, secondo me, è che in realtà da un lato non c'è alcuna voglia di Putin e co di "fare la guerra" ma che ce lo stanno tirando dentro a forza di strappargli le zone d'influenza storiche e dall'altro ce la necessità dei veri padroni del mercato, e degli stati-guida dell'occidente, di non avere ostacoli ai loro affari e ai loro profitti e di contraltari che gli rompono le uova nel paniere.
Siamo davvero sicuri che siamo dalla parte del "got mit uns"?
Alcuni indizi:
  1. alcuni prof. di Yale hanno appena fatto un analisi della società americana definendola "no più democratica"; personalmente ritengo non da ora ma fin da quando Kissinger dichiarò che i cileni che avevano appena votato per Allende sostenne che dovevano essere aiutati a capire che non era il meglio per loro...;
  2. da tempo gli Stati occidentali si sono riarmati, e pesantemente, come mai? Siamo forse in guerra o la stanno preparando .... magari dopo le elezioni americane cioè quando arriverà alla White House uno maggiormente muscolare di Obama?
  3. La Cina fa gola e, ben sapendo della centralità del proprio ruolo economico, ha iniziato un gioco tutto suo: si allea militarmente con la Russia ma al proprio interno foraggia l'economia mondiale e lavora alacremente per farsi un proprio spazio nei vari paesi del pianeta....
  4. La, che piaccia o meno, Russia è l'anello debole del gioco e si vede. Putin lo sa e deve barcamenarsi a est e ovest per evitare di vedersi aprire un baratro davanti a se e far ricadere il proprio paese nell'era del suo predecessore il "corvo bianco" che ha sotterrato non solo lo stato russo appena uscito dalla dittatura sovietica ma pure, cosa molto grave, l'orgoglio nazionale.... che Putin ha ridato.
Credo che basti, per ora, ma rimane la sensazione che non solo ci sia del marcio in "Danimarca" ma che quel marcio abbia oltrepassato i confini shakespiriani del mito creato dai soliti complottisti per scendere nel mondo reale: si c'è del marcio...
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore