lunedì 7 dicembre 2015

.. e destra lepenista sia

Ebbene si, in Francia il Front National ha vinto (anche se però si dovrà aspettare l'esito dei ballottaggi per la distribuzione dei seggi e il risultato può addirittura ribaltarsi per il gioco delle alleanze e già il ps ha annunciato che ritirerà i propri candidati, laddove sono arrivati terzi, e sono molti, al primo turno.. che carini vero? peccato che il loro rivale storico, Sarkò, non gli restituisce il favore) questo turno, anzi lo ha stravinto e ciò preoccupa molto non solo Parigi ma anche la tecnocrazia politico-finanziaria europea (non dimentichiamo il trattamento riservato ai portoghesi che hanno votato per gli antieuro ma i vincitori si son visti rifiutare l'alleanza dal loro Capo dello stato perchè poco "europei".. per usare un eufemismo) che già ha messo in campo tutto il battage per "convincere" i francesi a non rivotare per il Front: vedremo se basterà.... temo che i francesi non la pensano così e non hanno tutti i torti e non solo perchè mezz'europa è in subbuglio (finlandesi, ultraliberisti e boss del rigore, che sono nei guai perchè, com'è noto, la ricetta non funziona; inglesi che dovranno votare se restare in europa; spagnoli sui cui pende la secessione della Catalogna; greci sempre inkazzati e delusi dai loro new labour leader; danesi che ancora una volta hanno detto NO ad una maggiore integrazione con l'europa; polacchi e ungheresi con governi retti da partiti e movimenti che definire euroscettici è, anche qui, usare un eufemismo; ecc.) ma soprattutto perchè sono sempre più stretti nella morsa della crisi da cui nessuno finora è uscito: checchè ne dica Renzi.
Allora perchè hanno vinto?
Spiegazione n°1.

Il terrorismo. Ha una sua valenza, certo; ma c'è un piccolo ma: a Parigi il Front non ha vinto anzi forse è arretrato nei voti, quindi ha contribuito ma non come si può pensare!
Spiegazione N°2
La crisi. Questa si che ha pesato. E non poco e contribuisce moltissimo alla vittoria del Front. Spiega anche perchè esso, al di fuori di Parigi, ha fatto gran messe di voti. Questa crisi, i cui fattori pesano perchè è una crisi finanziaria e non dell'economia reale che ne sente gli effetti ma non ne è la causa, fa sentire i suoi effetti direttamente sulla gente e si sa quando agli "europei (quelli veri non quelli dei sondaggi)" tocchi la tasca è sempre un problema e nessuno è disposto a rimetterci.. mica sono italiani: lì i sindacati ci danno dentro e le opposizioni fanno, udite udite, le opposizioni.
Spiegazione N°3
Questa Europa non piace: hai voglia a dargli calmanti e iniezioni di fiducia: questa UE non va giù a nessuno, sempre tranne che agli italiani, e sono stufi. Il segnale è chiaro: o si cambia la UE o la gente vota per il primo che gli dice, e credo che il Front lo dica e lo faccia sul serio (mica sono leghisti), che verrà, se vince, prima la Nation e poi tutto il resto......
Esiti.
Tutto dipenderà dal ballottagio: se gli elettori che hanno abbandonato il PS e, in parte il resto del panorama politico filo-europeo, ritorneranno all'ovile allora si rimane coeme prima altrimenti..... bé altrimenti saranno seri problemi perchè la Francia, a differenza dell'italia, fa sul serio (d'altronde son loro ad aver fatto la Révolution, mica noi..) e uno dei tre pilastri del costrutto andrà per conto suo e a quel punto la stessa UE non avrà più senso perchè anche se non la abbandoneranno diventerà davvero il fantasma del natale passato... e diverrà irrilevante. Lo scenario che si aprirà avrà effetti anche oltre i propri confini, sempre al netto dell'italia naturalmente dove non ci sono "lepen" a disposizione, e avrà lo stesso effetto di una deflagrazione nucleare che spazzerà via, in pochi decenni, dall'intero territorio europeo tutto quel che ha che fare con l'idea stessa di UE che oggi abbiamo davanti: per tacere della spinta alle forze autonomiste che stanno crescendo in altri paesi che riceveranno nuova linfa proprio da questa deflagrazione.... gli effetti saranno dirompenti.
E l'Italia?
Qui? Siamo ancora a Renzi....... altro non c'è o meglio c'è ma siamo ancora alla mezz'ora del dilettante allo sbaraglio. C'è ancora gente che crede che vota per il proprio partito di provenienza e storce il naso se solo sente parlare di cambio voto (i politici nostrani no, anzi ..... già un terzo ha cambiato casacca dall'inizio della legislatura) e di cambio di linea, forse che stiamo ancora troppo bene? No è che siamo rivoluzionari con i soldi altrui e ancora troppo abituati al "mezzuccio della raccomandazione" o del "finché si tiene tutto va bene così o, ed è la maggioranza, finché la barca va lasciala andare", opportunisti insomma e si as che gli opportunisti sanno parassitare ma NON sono geneticamente capaci di creare qualcosa di proprio: triste destino ci aspetta.....
Per intendersi: io che provengo dalla sinistra voterei per una Lepen italiana che sia almeno al 90% uguale alla sua omologa francese? Si la voterei..... e voi? E sapete perchè lo farei? Per i seguenti motivi:
  1. è sempre stata la destra nazionalista togliere le castagne dal fuoco durante i periodi di crisi al capitalismo;
  2. è stata la destra nazionalista a creare il Welfare, non la sinistra che anzi lo combatteva perchè lo leggeva come una concessione per evitare che le masse diventassero preda del comunismo;
  3. è stata la destra a costruire la premessa affinchè si potesse creare un qualcosa che somigli all'intervento riequilibratore dello Stato nell'economia (non il suo abuso che ha fatto, in Italia per esempio, la DC con la complicità del PCI);
  4. fu la destra americana, quella storica non quella teocon e né tantomeno liberista, a spingere per i cosiddetti "diritti umani";
..... e via dicendo. Anche nell'attuale situazione sarà, se saprà organizzarsi, la destra a doversi sobbarcare la fatica di Sisifo della riscoperta della nazione e della sua preminenza rispetto a entità preda di lobby e tecnocrazie corrotte quali oggi abbiamo sotto gli occhi e che governano l'Europa? Si se sarà strutturata e avrà le idee chiare: quindi anche il lepenismo 2.0 non va bene ma per incominciare Parigi val bene una ... nazione.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore