lunedì 29 febbraio 2016

Il grande occhio che tutto vede

Essere sicuri. Vivere sicuri. Un mondo sicuro. Ecc. La retorica della sicurezza è all'ordine del giorno visto che tutti, Stati e privati, si affannano a volerci vendere allarmi o cassette di sicurezza o rafforzare apparati a difesa del cittadino: tutti si preoccupano del nostro quieto vivere. E a guardare quest'elenco non gli si potrebbe dare torto, visti i miliardi spesi.. ma prima di passare a leggere chiediamoci: se siamo così tutelati da organi, pubblici e privati, al punto che per ognuno di questi organi non ci sono limiti legislativi (son tutti al limite della legge) reali, come mai ci sono ancora attentati terroristici proprio a casa nostra?
E' essere complottisti sospettare che sono solo soldi spesi male per favorire questa o qiella lobby o, ogni tanto e per proprio tornaconto (o fini inconfessabili), si stacca, volutamente, la spina? Snowden, Wikileaks in fondo non sono la prova provata della malafede, sempre per fini superiori rivolti al bene comune, che non è assolutamente tutto oro quel che luccica ma solo pirite?
Addirittura è nato un mercato della sicurezza in cui agiscono sia gli Stati che i privati... e che privati.. vere e proprie multinazionali della sicurezza; mercato che ha una forte domanda a fronte di un offerta altrettanto forte!!!!
Ok guardate un pò qua:
  1. I.A.O. o Information Awareness Office. (Wikipedia) E' il grande fratello dell'elettronica e se ne seppe l'esistenza quando il new york times il 13/2/2002 ne parlò in un articolo da cui si evinceva che quest'organo aveva, in pratica schedato 500 mln di persone. Era nato per difendere la sicurezza americana ma si scoprì che li schedava...... la sua attività, a livello ufficiale s'interruppe nel 2003 a seguito dell'approvazione di una legge del Congresso americano che prendeva atto delle reiterate violazioni della privacy dei cittadini americani soprattutto. Infatti fu "chiuso" ma subito dopo nacque il...
  2. T.I.A. o Total Information Awareness; nato immediatamente dopo in pratica ne ha preso l'eredità continuando nella stessa attività senza soluzione di continuità (leggete al link di wikipedia, ce n'è di che preoccuparsi!!!)
ebbene se avete letto wikipedia al link suindicato ne avete di che riflettere sul grado di sicurezza (a questo punto mi chiedo di chi e per chi)  raggiunto dall'apparato che ci dovrebbe proteggere.. 'dovrebbe' appunto perchè in realtà non sembra proprio che vada così visto il proliferare dei terrorismi e della rete in cui si sono immersi per portare a termine i loro inumani progetti: se ci sono programma in grado di scannerizzare simultaneamente milioni di conversazioni traducendole quasi in tempo reale in qualunque punto del pianeta o di vagliare in pochi secondi i vari tag e trend tag dei social network o di fotografare un metro quadrato da 20 km di altezza, come mai cadono sempre da pero quando una bomba scoppia o un aereo si schianta su un grattacielo? Qui le cose son due: o tutto l'apparato è un bluff e serve solo a spendere soldi (che potrebbero essere meglio impiegati) o ..... in realtà la loro funzione è un altra e non ha nulla a che vedere con la sicurezza dei cittadini ma con altro e quell'altro, quando vien fuori, è a dir poco inquietante perchè svela un mondo dove non sempre i buoni sono i nostri e i cattivi sono quelli nella trincea di fronte o, per dirla con il torturatore di winston nel romanzo di Orwell '1984', non sempre 2+2 fa 4, qualche vota fa tre e qualche volta fa 5 ......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore