mercoledì 16 novembre 2016

Voto, suffragio universale e democrazia ‘borghese’ di Manzoni

di | 16 novembre 2016 Il Fatto Quotidiano
“La vittoria di Trump è fra gli eventi più sconvolgenti della storia della democrazia europea e americana, e del suffragio universale che non è sempre stata una storia di avanzamento… Ma anche foriero di grandissime conseguenze negative per il mondo”. Queste parole dell’ex Presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, a proposito del risultato delle presidenziali americane, alle quali ha fatto eco la preoccupazione di Fabrizio Rondolino: “Il suffragio universale comincia a rappresentare un serio pericolo per la civiltà occidentale”. Si tratta dell’inquietante lascito di una tradizione formatasi a cavallo tra la fine del Settecento e il primo Ottocento, in diverse forme e varianti conservatasi per il resto dell’Ottocento, riemersa più volte nel corso del Novecento e che permane ancora ai giorni nostri.
La stessa tradizione per la quale, almeno in Italia, ma potremmo dire anche in Europa, i climi d’opinione si sono mostrati sempre più spesso ostili al concetto della “contrattazione” e, specularmente, più sintonici con posizioni variamente riconducibili al paradigma del cosiddetto “decisionismo”. Lo confermano l’instaurazione del leaderismo in politica e la privatizzazione della forma-partito; il tramonto delle “relazioni industriali”, l’esaurimento dei cosiddetti “corpi intermedi”; il ripudio della concertazione come schema di governo; la riforma, in senso verticistico, del diritto del lavoro e dell’ordinamento scolastico; l’indebolimento del potere legislativo nei confronti dell’esecutivo e del maggior partito di cui questo è espressione; il depotenziamento delle funzioni di controllo attraverso l’attenuazione, parziale o totale, della loro terzietà.
Il resto sul Fatto Quotidiano
:::::::::::::::::::::::::::::::::
Forte è la tentazione di limitare il suffragio universale per le élite, perchè? Perchè se facciamo quel che loro vogliono va tutto bene altrimenti... fulmini e saette; catastrofi e maremoti! Il passo è breve: se passa il si a referendum ce lo possiamo scordare sia il suffragio sia tutto quello che ha fatto di questo paese una democrazia che con tutti i limiti del caso ha sempre trovato una strada, piaccia o meno, per mantenersi a galla... sembra, la mia, demagogia ma questi stanno seriamente tentando di trasformarci in un liberalismo spinto come lo era ai tempi dello Statuto Albertino cancellando tutto quello che da Giolitti in poi è stato fatto per permettere a tutti di esprimersi...
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore