giovedì 8 maggio 2008

Re sole è rinato?

Come volevasi dimostrare il Quater di Berlusconi ha fatto da subito faville: non per la rapidità nè per il programma "riformistico" e nemmeno per "il feeling" che sembra essere scoppiato fra Capo dello Stato (ex PCI dell'ala migliorista) e Neo (si fa per dire) Capo del Governo (che a sua volta ha ex comunisti a sfare nel suo entourage; alle coincidenze non credo, però la cosa significherà pur qualcosa o no?), ma pwer il semplice fatto che ancora una volta ha dato una lezione ai cloni del PD. Già proprio una lezione, oltre a quella che gli hanno dato gli elettori, visto che ha avuto il coraggio, "dopo ampia discussione" (così si dice in politichese) con gli alleati, che non sono certo benevoli in quanto a posti da spartire, ha tirato su un Governo che, al di là di tutto, sembra almeno accettabile e lo ha fatto con stile e determinazione da imprenditore e gliene va dato atto; ha saputo gestire; tanto, poi, il lavoro sporco (il killeraggio della sinistra o meglio dei cespugli residui della stessa) l'aveva già fatto il clone quindi non c'era motivo di affannarsi, e ha dovuto "solo" preoccuparsi fare il minimo indispensabile per mantenere l'aplomb e fare gioco di squadra con il clone; poi fra giornali accondiscenti, televisioni che hanno subito "virato" almeno in posizione, almeno, non ostile il gioco era fatto et voilà rien ne va plus: al Parlamento ci ritroviamo con due partiti "cloni" di cui, l'originale, il PdL vittorioso l'altro, il clone, il PD sconfitto senza se e senza ma e destinato a restare tale per un bel pò di tempo ma che ha la classica "mission accomplished" su quel che restava della sinistra (che era il principale obiettivo) con un programmi simili (o copiati da chi e per chi lo trascuro perchè non è questo il punto) e élite di riferimento simili; infatti a guadagnarci sono state proprio le oligarchie che governano la società. La resa dei conti nel PD è cominciata e non è detto che assisteremo ad una "dipartita" del segretario (o a una scissione) o a un'accerchiamento dello stesso per spingerlo a cambiare direzione (D'Alema è stato chiarissimo) per evitare di perdere altri voti con tutto quello che en consegue in termini di privilegi e potere e per non ridursi a "pura" testimonianza del bel tempo che fu e che non tornerà ci si dovrà pure inventare qualcosa: sintomo di ciò è il fallimento del cosiddetto "governo ombra" dove mancheranno tutti i calibri da 90, credo già impegnati a dividersi le spoglie e rinchiudersi nelle ridotte delle correnti, e morto ancor prima di nascere. Insomma siamo ad una riedizione del partito "d'opinione" di fine ottocento in salsa liberista (anche esso risalente a fine di quel secolo), nulla di più: c'è un solo neo però ossia che mancano quelle idee nuove e forti che spinsero le grandi masse a presentarsi sulla scena sociale in maniera prepotente per far valere i propri diritti e aspirazioni e s'intravedono all'orizzonte personalità della levatura morale e intellettuale di un Gobetti o di un Gramsci a dare l'input etico e morale e questo è molto triste soprattutto per il nostro futuro dato che senza idee non c'è fantasia e capacità di inventarsi un futuro con o senza costoro che ora ci gestiscono e, ed è la cosa più triste, con i soldi nostri per giunta. Buon lavoro al nuovo Governo e che ci sorprenda, se saranno mantenute le premesse di Tremonti, con politiche che tengano conto dei danni della globalizzazione: se i governi di centro(sinistra?) sono stati i migliori Governi di Destra della storia italiana, non potrebbe un governo di Destra, populista nell'anima, fare politiche e soprattutto qualcosa di sinistra? Stupiteci!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore