giovedì 15 ottobre 2009

Un paese razzista: se ne accorge anche l'ONU

L'ONU scopre l'acqua calda: siamo razzisti; non per gli ebrei (non più ormai e men male); non per i meridionali (ufficialmente e per ora); gli islamici (i cattivi per eccellenza, ossia coloro che sembravano stessero: invadendoci, strappandoci fuori dalle nostre case, rubandoci il lavoro, imponendoci la loro religione e chissà quant'altro) per ora sono in "sonno" in attesa dei tempi migliori; il primato dei cattivi spetta ai gay: si proprio a loro. Si tende a farne episodi di cronaca nera e casi isolati, si minimizza, ma alla fine la teppaglia è sempre quella e viene scatenata contro il mostro di turno. La politica fa il suo naturalmente: è appena stata affossata l'aggravante di razzismo di genere. Ce lo si può aspettare da un'integralista che per motivi propri (rispettabilissimi perchè chiari e detti e ridetti più volte) vota contro; meno ce lo aspettiamo dai "liberali" (PD e PdL) che sbandierano tutte le ore il proprio credo poi o sono occupati da altro o lo sono pro domo sua quando capita e gli fa prendere voti (naturalmente ognuno per la sua parte). Intanto mentre la Costituzione art.3 pone dei principi mentre nelle strade i GLBT sono menati, accoltellati: ci manca solo il morto e siamo a posto. Si può continaure così? Dov'è il paese "civile"? Dove sono le belle anime che si impietosiscono per i derelitti e i fantasmi della società "affluente"?

Non siamo soli naturalmente: l'ondata razzista non c'è mica solo da noi!

ATTENZIONE FILMATO DAI CONTENUTI FORTI (CIO' SIGNIFICA CHE SE SIETE DEBOLI E FACILMENTE IMPRESSIONABILI NON GUARDATELO)
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore