domenica 15 novembre 2009

Scudo fiscale e pensioni integrative: da report un atto d'accusa

Sono cannonate quelle che stasera Report ha sparato sullo scudo fiscale. Una puntata interessantissima, di cui qui c'è un testo esplicativo, che mette in luce la diffusa illegalità presente nel paese e il costume diffusissimo di evadere le tasse nascondendo al Fisco i guadagni e il raffronto fra ora e prima dei fondi pensione privati: sentendo la trasmissione salgono due sentimenti contrastanti, ma non troppo, fra loro ossia nausea e inkazzatura.
Nausea. Perché ti senti defraudato del tuo essere cittadino e partecipe della vita del paese che ti chiede molto mentre ad altri chiede, per pura volontà politica, zero anzi gli ha dato la possibilità di non essere fedele al paese e scudare a più riprese i soldi. Idem per le pensioni: siamo sicuri che le caste al potere hanno gli stessi danni che abbiamo noi?
Inkazzato. Perché sei derubato dei servizi che lo Stato dovrebbe fornirti per la quantità di tasse che paghi: una proposta interessante fu fatta qualche anno fa ossia chi é beccato a evadere DEVE VOTARE NE' ESSERE ELETTI! No vi inkazzate se le Vostre pensioni private o integrative vanno a picco, nonostante quello che dicono i giornali, e vi accorgete che avrete anziché, quando andate in pensione, una integrazione di una certa entità un quinto del promesso: cosa vi ricorda tutto ciò?
Questi parlano di efficienza, ottimizzazione, patto di fiducia, e altre cosine del genere che mentre per il comune mortale significano perdere il lavoro o spostarsi per oltre 150 km se vuole mantenere il lavoro mentre il paese é FERMO e ci si arrischia a spendere a fondo perduto con gli ammortizzatori sociali, cassa integrazione per fare un esempio, ma non può investire nulla perché non ha nulla per cui investire: dentro ci sono tutti dagli industriali ai politici ai banchieri ecc. che si fanno i fondi neri all'estero mentre qui c'è gente che é al limite ormai e non so come fa a non fare il tanto peggio tanto meglio. Può darsi che tema di perdere ache quel poco che ha? Certo c'é questo fattore ma c'é anche un'altra cosa: la rassegnazione, una brutta bestia che diventa pericolosa quando arrivano i "Messia" che dovrebbero salvare il paese dai truffaldini e da tutto l'altro che ci sventolano davanti: peccato che fra coloro che amano sventolare i drappi rossi ci possono essere quelli che vista la mal parata diventano Messia e li fregano ulteriormente eliminando anche quel poco che ancora avevano: per esempio quelle categorie di persone che hanno sottoscritto i fondi pensione integrativa oggi hanno meno di ieri (a fronte del rendimento del TFR pubblico quello privato non va più di un - 36%, un tracollo) e domani ancora meno di oggi con il rischio di avere una pensione integrativa peggiore di quella pubblica. Ecco il paese dove viviamo: chi può evade e se la ride e gli altri, come le stelle, stanno a guardare....
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore