giovedì 3 dicembre 2009

RU 486: non si abbassano i toni.... e le donne stanno a guardare

Questo Governo sta correndo un rischio mortale: quello di essere un Governo di destra che è storicamente più vicino alle gerarchie vaticane ma che però è "il" Governo che vedrà entrare nel SSN la pillola RU 486 che facilita l'aborto farmacologico; una cosa realmente imbarazzante. E si deve dire che ci si sta mettendo di buzzo buono (toscanismo, scusate) per rispondere alle pressanti richieste che da Oltretevere, e non solo (dato che anche i gruppi integralisti cattolici sono in fermento), arrivano per fermarla. Ora ci si mette anche l'AIFA (agenzia del farmaco) che ha dato il via libera per la seconda volta alla "famigerata" pillola (sulla quale ogni tanto batte qualche colpo anche la corrente esterna dell'attuale maggioranza, il PD) non trovando nulla per poterla fermare come auspicato dal Governo. Il problema è che i partiti "contenitori" quali abbiamo oggi in Parlamento (meno la lega che è l'unico identitario) hanno al loro interno varie anime e quella liberale e moderna (che già oggi ha fortissimi mal di pancia, leggi scontro fra il Presidente della Camera dei Deputati e il Presidente del Consiglio) pur essendo destra non è però legata al populismo e ragione in maniera europea e ha grandi difficoltà a digerire le intrusioni ecclesiali e integraliste nella vita dello Stato: paradossalmente questa potrebbe essere l'ennesimo terreno di scontro fra queste anime. Nel mezzo ci sono le donne che vedono restringere il loro ambito di libertà di scelta e autodeterminazione faticosamente allargata in anni di lotte e di rivendicazioni. Ma non eravamo in un mondo di liberali? E i liberali non propugnano la libera Chiesa nel libero Stato senza coinvolgimento dell'uno nell'altro? E il liberalismo non propugna i diritti individuali come preminenti rispetto alle intrusioni dello Stato e di uno Stato estero? Avranno risposta queste domande?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore