domenica 4 luglio 2010

Comunicare e ancora comunicare ....

La base del potere in occidente è la comunicazione, lo sappiamo (o almeno dovremmo saperlo). Quando sentiamo dire che gli italiani sono fra i più intercettati si da un informazione ma è corretta? Qualcuno di noi ha motivo di essere intercettato? Sicuramente no, mentre il potere ha necessità di sapere e allora può intercettare (ma non saremmo in "democrazia" ma in uno stato totalitario) e se non può farlo allora indirizza, come? Con la comunicazione appunto. Sappiamo benissimo che i messaggi dati, senza possibilità di riscontro, possono disinformare e dare una prospettiva errata: cosa dovremmo fare? Controllare e dire che c'è un devianza nella comunicazione, una devianza voluta per spostare l'attenzione dal vero problema: le intercettazioni creano un varco nel malaffare e delle sue commistioni con la politica, e quindi ciò da noia perchè la gente rischierebbe di sapere cosa combinano e farsi un idea di ciò che non corrisponderebbe all'immagine che si vuole dare; siamo al meno si sa meglioè, purtroppo. Cosa c'é in gioco oggi? La democrazia e la libertà: si proprio quelle parole di cui si riempiono la bocca i politici, tutti, e ci sciorinano ogni giorno. Senza un informazione libera non c'è controllo e quando non si vuole essere controllati allora ecco che si ritiene al di sopra anche della stessa costituzione e se anch'essa da noia allora che la si cambi: se ciò accadesse allora la trasformazione è compiuta da società democratica a società post democratica .. più simile a Pechino o a Mosca che a Washington o Parigi.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore