sabato 18 settembre 2010

In teoria e in realtà....

I giovani? Eccoli: 1 su 10 s'interessa di politica (li capisco); e quasi la metà "sogna (é proprio il caso di dirlo)" il posto fisso; infine la metà è "ottimista" rispetto al futuro (qui parla l'età, chi non lo sarebbe). Il ritratto che ne esce é migliore di quello che la pubblicità, i teorici del mercato liberista, gli economisti, i confindustriali e in politici danno: da qui si ricava che a distorcere, in malafede, la realtà sono proprio costoro per pura convenienza di corporazione perché sanno che finché gli presentano un mondo diverso da quwllo che i ragazzi si prefigurano saranno sempre al posto che gli viene assegnato e, sempre i giovani, non si faranno venire in mente "strane" idee di equità e di cambiamento sociale e rimarranno sempre frustrati nelle loro ambizioni: a meno di non accodarsi alla faccia di plastica di turno per sperare nel "posto" al sole magari come velina, escort (si spera almeno di lusso), tronista e quant'altro la società "affluente" oggi bellamente offre. Gli altri, quelli che non ce la fanno a scendere a patti e rimangono dove sono, rimangono dove e sono e si arrangiano con quello che hanno: non hanno nemmeno un supporto valido a livello di istruzione e familiare e mancando ideologie altro non gli resta che stravaccarsi a trovare qualche lavoretto e giocare alla playstation; e personalmente non mi sento di dargli torto perché oggi tutto é contro di loro e tutti ne hanno paura perché se questa massa dovesse svegliarsi sarebbero dolori, e questo i sacerdoti del culto del nulla lo sanno, eccome se lo sanno.... d'altronde l'alternativa del posto fisso non é granché attraente (volutamente resa così dal potere) se hanno di fronte un dislivello enorme fra il salario atteso (1200 euri se va di lusso) e le 12 mila volte di più del Capo o le 400 di Marchionne: ma una società così quale futuro spera di avere? realmente pensano che alla lunga la massa informe e amorfa tollererà un tale divario (come negli USA accade perché non hanno nemmeno il tempo di morire in Afghanistan che già altri, altrettanti poveracci, sono prontissimi a prenderne il posto) quando la disperazione e la povertà saranno realmente intollerabili perché la generazione che li mantiene, noi, sparirà? E allora che si farà?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore