sabato 11 settembre 2010

Trilussa aveva ragione: mentre i re e i potenti .....

Il Nostro non solo da noi dà ampio sfoggio della propria eloquenza (e machismo) ma, com'é ovvio, anche all'estero: e mai palcoscenico migliore poteva esserci se non quello russo; dove tutto é realmente relativo, e dove (a quanto pare) si é realizzato il modello ideale (il suo eden) di riferimento del Nostro: immagino che sia andato in brodo di giuggiole quando Medvedev ha dichiarato che la democrazia parlamentare, moscovita, é una vera catastrofe; infatti sull'onda dell'entusiasmo non ha perso occasione per non essere da meno e ha dato fiato alla trombe (....) andando a ruota libera, senza copione (come gli ha fatto notare il suo amicone nonché sincero democratico ed ex comunistissimo Putin), incensando innanzitutto il suo ospite (e facendo il paio con l'incensamento dell'altro amicone, che ci sta comprando un pezzo per volta in compartecipazione proprio con i russi, Gheddafi) quando afferma che entrambi sono doni del Signore per la Russia (dopo aver ricordato, naturalmente, anche Eltsin cosa questa che certo non ha fatto piacere ai russi...) passa subito alle cose di "casa" propria: e con cosa attacca secondo voi? Con Fini e la Magistratura, naturellment.... cominciamo dal Presidente della Camera: di lui ha detto che é un politico di professione che ha fatto tutto per creare la sua piccola aziendina personale (mentre lui, il Nostro, ne ha una enorme di 60 milioni di persone .... tutti che pendono dalle sue labbra e dai suoi, come dire, umori e tutti che sperano di essere "toccati", se non baciati dalla fortuna di essere visti da Lui ...... ma se non sei avvenente hai poche probabilità e passi da sfigato); per quanto riguarda la Magistratura, oltre a definirla "rossa", ha anche detto che ha un potere illimitato e autonomo: peraltro previsti dalla Costituzione come garanzia per tutti... ma a Lui ciò non sta bene perché (un pò per problemi suoi e un pò per la sua visione di essere al di sopra di tutto e tutti) perché "osano" l'inosabile, ossia toccarlo con sospetti e indagini. L'uditorio naturalmente era, come dire, attonito e non sapendo che fare si guardava la punta dei piedi o si faceva un sonnellino ad occhi aperti (Medvedev ad esempio ha dato mostra di risvegliarsi solo quando il Nostro gli ha ricordato, bellamente, che da Mosca partivano copiosi fiumi di soldi per i comunisti nostrani .... ora immaginatevi l'imbarazzo di chi ascolta e che ha finora fatto di tutto per dimenticare e far dimenticare il proprio passato comunista con tutto quel che ne consegue.... D'Alema ad esempio si è un tantinello arrabbiato visto che anche lui è un ex....) o contava il tempo che ci voleva affinché la prolusione finisse.... insomma un fiume in piena che ha entusiasmato sicuramente gli astanti e preparato l'umore per il dopo quando c'è stata la cena con l'amicone Putin in un ristorante moscovita con esercito di belle donne e guardie del corpo (c'è da scommetterci le belle donne erano in numero sicuramente doppio..) dove avrà potuto dar fondo al suo repertorio migliore senza problemi: tanto agli affari ci pensano gli sherpa assoldati allo scopo. Mentre qui da noi la situazione peggiora (consumi fermi, produzione bassa, produttività bassa, ecc. ivi compresa l'evasione che è l'unica cosa che cresce) lui se la gode..... e non si vedono all'orizzonte altri che ne possano fermare il potere, suo, e il declino del paese.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore