lunedì 29 novembre 2010

Vieni via con noi .....

Mentre lo tsunami Wikileaks (grazie a dolores per la segnalazione; appena ho potuto ho comprato il giornale e me lo sono "bevuto" in 20 minuti) non accenna a fermarsi, nonostante l'artiglieria mediatica italiana all'opera 24 ore su 24 in piena attività, facendo esplodere la questione "italiana" (piccola porzione del terremoto mondiale che distrugge la credibilità dei paesi in generale e degli usa in particolare levando il velo dell'ipocrisia che avvolge le relazioni internazionali facendoci scoprire un mondo, violento e ipocrita che tutti conoscevamo ma che, naturalmente, facevamo finta di non conoscere) con tutte le necessarie cautele del caso dato che questi cable sono parte delle normali informazioni, solo una parte: il vero scoop sarebbe scoprire le missive che si scambiano i Ministri dei vari paesi fra loro e i pizzini clientelari una volta su due annessi, questo sarebbe uno scoop! Detto ciò e detto anche che il processo di minimazzazione é in corso e si conta sulla disrtazione della gente maggiormente informata da un lato e sul problema che una parte dei nostri concittadini crede a tutto quello che gli propina Raiset (naturalmente senza contraddittorio perché in questi casi é superfluo e indurrebbe a ragionare chi invece si vuole che non "debba" ragionare) ora passiamo al mondo reale: quello nel quale il 75% degli italiani sono immersi tutti i giorni (che non é composto da escort, papponi, soldi facili, affari interni e internazionali); gli argomenti sarebbero tantissimi: riforma della scuola e della Università (venduta da chi ha superato le proprie di prove sfruttando il tanto deprecato clientelismo familista e politico e che ha pescato un jolly facendo politica ai massimi livelli senza avere alle spalle, spesso, un background all'altezza) che ingrassa quelle private, anche scippando il 5 % per mille; il lavoro precario per tutti, vecchi e giovani, che non da futuro se non da lumpeproletariat in stile XXI secolo; il welfare distrutto in nome dei falsi invalidi e dei falsi lavoratori ecc.; il lavoro nero cui fanno ricorso molti imprenditori, soprattutto con extracomunitari, per arricchirsi; per fare alcuni nomi e cognomi: tutte ste cose ce le diciamo tutti i giorni. Voglio però esaminare un caso singolo: nella mia città c'è una macchina e una persona dentro; quella però non é una macchina ma una casa nella quale vive questa persona che ha perso la "vera" casa e con essa la famiglia e tutto il resto...... la mattina questa persona si sveglia e va a fare la colazione alla Charitas (che Stato é questo Stato che si appoggia a organizzazioni umanitarie e non sa aiutare i suoi cittadini?); poi inizia il calvario giornaliero durante il quale si cerca qualcosa da fare per mettere insieme qualche soldo con il quale poter tirare avanti. La speranza é sempre la stessa: il colpo gobbo di trovare un lavoro con il quale ricostruirsi ma che non viene mai, mai, mai e si tira avanti giorno per giorno, mese per mese: questa persona ha poco più di 30 anni, ci pensate? Nel pieno delle forze e del contributo che potrebbe dare per se stesso, per i suoi affetti, persi per mancanza di lavoro, per il suo paese... ecco cari politici: avete perso; avete sbagliato tutto e vi siete rinchiusi nel castello dorato con le fondamenta di munnezza che ora un pò alla volta si sta sbriciolando; ma il processo é lento troppo lento affinché i pezzi migliori di cui vi siete appropriati, dovendoli invece gestire per nostro conto, e che vi state svendendo senza nemmeno il pudore di farlo di nascosto ma alla luce del sole; cari politici il vento può cambiare in qualunque momento, forse anche a causa del global warning, e una tempesta vi potrebbe travolgere: non un venticello ma si potrebbe scatenare un vento impetuoso che travolge tutto e tutti e dietro di sé lascia macerie: più di quelle che lascereste voi se abbandonaste la barca oggi. Ci sono le avvisaglie con i ragazzi per strada che protestano; con gli operai che lottano per non far chiudere le fabbriche perché non sono in crisi; con i poliziotti che protestano perché, oltre a vedersi frustrare le proprie indagini da leggi che per salvare un politico salvano anche i malviventi............... Questo vento sta montando e potrebbe trasformarsi in tempesta furiosa che potrebbe travolgervi ma comunque sarà troppo tardi perché quella persona nella mia città continua a dormire nella sua auto............
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore