martedì 21 dicembre 2010

E domani occhio ragazzi!!!!!

Domani ci sarà la manifestazione dei nuovi invisibili: i giovani, futuri precari e non, gli operai, ecc. Domani il potere si augura che voi rispondiate alle provocazioni, verbali per ora (assassini, terroristi, vigliacchi quali non siete e né mai sarete), e alle contumelie (mi chiedo come mai chi ha passati neofascisti possa non solo ergersi a difensore della legalità ma anche ricoprire cariche istituzionali, miracoli del quasi ventennio berlusconiano immagino) che vi sono state rovesciate addosso. Domani il paese che ancora vuol credere che ci possa essere un futuro non rovinato dal mercato, e dalla compravendita di tutto per tutto (e che non prevede cittadini ma solo consumatori), sarà per le strade della Capitale e non solo a lì: ricordate che questi non sanno gocernare ma solo comandare e chi é abituato a ciò non ammette contraddittori pretendoli solo quando gli torna comodo; sa che é alla fine e per questo é ancora più pericoloso di prima e i tanti corifei che fanno da contorno non ci stanno mica a perdere lo scranno conquistato.Domani il paese similtelevisivo che ci hanno imposto potrebbe incrinarsi. Domani gli occhi si punteranno sulla zona rossa: vi hanno sfidato a violarla, non fatelo. Il vostro messaggio arriverà comunque e se non ci saranno incidenti farete paura davvero perché non vi potranno essere avvoltoi che vi accusino di avere solo una volontà distruttiva e riconquisterete la fiducia della gente che si sa é come il branco di pecore ossia va dove li porta il pastore o messia di turno.Domani questo paese potrebbe vedere come si può dire la propria senza che necessariamente ci si debba scannare e scontrare, anzi proprio il pacifismo potrebbe essere la chiave di volta del crollo del sistema che vede berlusconiani di destra e di sinistra accapigliarsi prima a insultarvi e poi a incensarvi a seconda delle singole convenienze del momento: a loro di voi non importa nulla sappiatelo a loro importa solo rimanere al carro dei soldi e del potere e faranno di tutto per restarvi; per scalzarli in un paese nìcome il nostro non serve la violenza ma la creatività e l'imprevedibilità propria dei giovani (oltre che la rabbia, incanalata civicamente) e degli invisibili di cui non si ha paura quando fanno da sfondo ma sono temuti quando prendono coscienza di cosa sono e cosa potrebbero rappresentare, quale forza di cambiamento diventare ed ecco perché sono temuti!!Domani, se tutto filerà liscio, il potere avrà avuto una sconfitta cocente: questo potere che oggi é insensibile alle istanze sociali, abbiamo di fronte un potere benthamiano, e che guarda solo a se stesso non ha paura della violenza, anzi la auspica, ma ha paura della serenità e della felicità e della fermezza che solo i giovani sanno esprimere: perché queste caratteristiche non gli sono congeniali visto che punta sulla paura e sul terrore anziché sulla trasparenza; e con queste caratteristiche non ha possibilità di scampo.Domani se non ci saranno problemi la fine di questa pessima faseinizierà: è nato per autodifesa dei ceti privilegiati rimasti orfani della balena bianca e per autoperpetuarsi; legittima tutto dalle mafie (con le quali si può convivere) alla massoneria (sempre presente); dal malgoverno (e di questi giorni ne abbiamo avuto ampia prova) alla inefficienza (pretesa dai sottoposti ma non praticata); dall'autoassolvimento (si nasconde dietro la figura mitica del popolo per continuare a comandare e ci si fa le leggi a propria difesa) all'attacco alle istituzioni indipendenti (Magistratura in testa, ma anche le stesse forze dell'ordine che sono chiamate, per poco più di 1300 euro al mese, a difenderli).Domani i nostri giovani portanno scrivere una bellissima pagina di storia del nostro paese se solo saranno capaci di dirigere la loro giusta protesta nei canoni alternativi (è strano dirlo oggi, vero?) della pacifica sfilata: variopinta, beffarda, irridente. Solo così potremo sperare di cambiare una virgola del tutto.Domani giovani italiani date prova della civiltà di cui gli altri pavidi cittadini italiani sembrano essersene dimenticati per la promessa di essere sicuri e di non perdere quel poco che gli hanno lasciato per vivere: siate maturi e siate responsabili per tutti noi che abbiamo dimenticato da dove veniamo e, soprattutto, chi siamo!
Interpretate lo zeitgeist del momento e non evitatelo: per dirla in altri termini non diventate come loro, non vendetevi l'anima (se esiste) o simile rimanete quello che siete e vedrete che anche se con un pò più di tempo e con molta volontà (perché ammesso che si riesca, e non é affatto detto, a fermare il conservatorismo compassionevolmente benthamiano/liberista) di andare avanti: non ci si può fermare a perdere una battaglia ma dovrà essere, per usare il linguaggio che tanto piace ai corifei, vinta la guerra del futuro.... vostro e nostro.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore