martedì 1 febbraio 2011

Ma ... ci va o no?

Quando ci si sente le roi soleil é difficile ragionare a freddo, vero? Una delle azioni che i regnanti, nostrani e non, preferivano era la piazza: chiamare gli straccioni (il termine é usato senza significato dispregiativo) a difendere la monarchia contro i ceti che premevano per avere riforme; é storia che conoscono tutti ....... no scusate, tutti no: se fosse così la storia del paese sarebbe diversa, molto diversa. Nel regno delle due sicilie, ad esempio, quando c'erano problemi erano i cosiddetti straccioni dei "borghi" ad accorrere in difesa del re ... non nobili, esercito, milizie ecc. proprio gli straccioni, quello che si potrebbe definire il lumpenproletariat. E oggi? cosa accadrebbe se il re chiamasse in piazza i suoi in una mobilitazione permanente per "difenderlo" dai cattivi? Se fossimo in un paese serio, nulla: si fanno le proprie manifestazioni, le forze di sicurezza vigilano contro provocazioni e altro e tutto fila liscio come l'olio.. in un paese serio e normale. Ma nel nostro? Dal '94 viviamo in un permamente stato di agitazione; passiamo da una campagna elettorale ad un altra (e quando non ci sono campagne elettorali, ci sono le indagini della Magistratura, la crisi e qualunque altra cosa che serve a tenerci sempre sull'orlo di una crisi di nervi); chiunque abbia voglia di farsi sentire cosa fa? Va in piazza e fa casino. Se a ciò aggiungiamo i toni da stadio che i politici usano la miscela esplosiva é pronta: basta innescare la miccia e trovare chi usa il fiammifero, facile facile. E poi? Che si fa? E' questo il problema: non tanto il richiamo alla piazza quanto il poi, ossia quando la piazza si é riempita e a qualcuno viene il prurito alle mani; é vero che oggi come oggi a riempire le piazze fatica anche il sindacato (e questo é un bene se pensiamo alla rabbia che interi ceti covano da anni nel seno avendo pagato lo scotto maggiore dei giochini dei governi dal '92 in poi; ceti che sono sempre gli stessi naturalmente ossia impiegati, operai, pensionati, giovani, piccoli artigiani e imprenditori, donne..... ossia un buon 40% della popolazione che si é messo la croce in spalla e ha creduto alle fandonie che gli venivano raccontate..... conteporaneamente l'altra parte della società, le cicale, ne approfittavano per, come dire, girarsi dall'altra parte fare una scrollata di spalle e continuare a fare quello che faceva prima..... ossia trovare modi di non pagare il dovuto, anzi di evitare del tutto di pagare sperando in condoni, inefficienze ecc.) ma se é vero che ci sono "agenzie" che si prendono la briga di fornire "manifestanti" a pagamento (magari stranieri) la piazza la rempie... poi si vedrà e partirà la solita girandola di numeri. Ma cosa si vuole dimostrare? Forse che il paese rischia una guerra civile? E quale mente malata ha interesse a che scoppi una tragedia del genere? Cosa ci guadagna? Chi ci guadagna? Si dev'essere proprio alla disperazione per proporre iniziative peroniste: e quale sarà la reazione della parte del paese che finora ha pagato sempre e comunque e, a parte qualche mugugno, finora é stata pressoché in silenzio? Mai come ora c'é da sperare che gli italiani sano proprio quelli che la classica iconografia cinematografica: brava gente, pragmatica, di cuore, bonaria .... perché se non fosse così chi gioca al Che Guevara potrebbe avere un brutta sorpresa!!!! Ci sono intere generazioni che potrebbero avere da dire qualcosa in merito sul trattamento che hanno ricevuto dalla casta politica (tutta) nel corso degli anni (casta politica fatta anche di ex sessantottini), lo sa chi pensa a soffiare sul fuoco in questo periodo? Non sarebbe meglio, per questi qua, continuare nel loro solito tran tran? Qui non si ama la violenza; né tantomeno la si invoca.. però ci sono milioni di persone che non sanno fra qualche settimana se manterranno il lavoro così come ci sono persone, i giovani ad esempio, che non sanno nemmeno se avranno mai un lavoro e quindi zero progetti di vita; e che dire dei milioni di precari? Cosa ne penserebbero se vedessero in giro per le loro città gente a manifestare per difendere il re sole contro la dittatura, tutta da dimostrare, delle toghe? Come cittadino non violento auspico sempre che la pratica democratica sia vincente e con la partecipazione eil voto possiamo mandarli a casa, sia chiaro, però ..... i media li leggiamo e un pò di disgusto sale sempre e se la misura si dovesse colmare, allora si che sarebbero problemi, vero?
Và prendiamola con ironia.......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore