giovedì 3 febbraio 2011

Ma quale federalismo?

La notizia, peraltro attesa, é arrivata: il federalismo in salsa leghista non é passato. La bicameralina in pari e patta nei fatti l'ha affossato. Ma era veramente federalismo? Qualcuno in questo paese sa cosa sia il federalismo? E perché si parla di federalismo fiscale e non di vero e proprio federalismo? Andiamo con ordine sennò si fa più casino della Lega. S'intende per federalismo: "un'organizzazione di Stati o di altri enti territoriali (es. Regioni) che si associano per conferire ad un'organizzazione sovranazionale (lo Stato federale) delle competenze e quindi dei poteri, con la conseguente rinuncia alla propria sovranità nazionale", chiaro (tratto da wikipedia)? E' un processo dal basso dove Stati o enti territoriali SOVRANI preesistenti si autolimitano per dare sovranità e potere a un entità sovranordinata liberamente scelta; invece quello leghista é dall'alto ossia "un fenomeno inverso al federalismo in senso stretto, .... nel caso italiano, di enti che appartengono ad uno Stato unitario, dal quale si vogliono acquisire competenze (es. le Regioni italiane che toglierebbero allo Stato italiano le competenze, per esempio, in materia di istruzione)" in pratica lo Stato viene derubato di competenze proprie da enti locali territoriali (sempre tratto da wikipedia). L'Italia, invece é uno Stato unitario regionale dove agli enti locali viene riconosciuta una limitata autonomia in materie (sia concorrente che esclusiva) preordinate dalla Costituzione, quindi tutt'altro. Quello che invece la Lega voleva fare é un altra cosa: é Devoluzione, ossia "Il processo di riduzione delle competenze di uno Stato e la loro contemporanea attribuzione alle Regioni e agli enti locali si chiama devoluzione, che è un termine che solo recentemente viene utilizzato" e ancora " ... devoluzione o decentramento sono sinonimi e indicano il trasferimento delle competenze e dei poteri dalla sede del governo centrale verso le sedi dei governi locali o periferici" quindi possiamo dire che la Lega non voleva il federalismo ma semplicmente un dencentramento accentuato che nel diritto costituzionale viene definito "devoluzione" però ciò non significa che quanto devoluto sia definitivamente dato agli enti locali ma semplicemente "dati" menrte rimangono, formalmente, al potere centrale: tutto qui. Cari elettori vi vendevano per federalismo un decentramento e basta; sepperò aggiungiamo tutta la propaganda annessa e connessa che la Lega ha fatto in questi anni si comprende che la gente credeva che fosse amore e invece era un calesse.......... per quanto riguarda il cosiddetto federalismo fiscale intendiamo : "lo studio di come le competenze (spese) e gli strumenti fiscali (entrate) sono assegnate tra i diversi livelli (in verticale) dell'amministrazione ... e studia, inoltre, il sistema di trasferimenti o sovvenzioni con cui un governo centrale condivide le entrate fiscali con i livelli inferiori" (da noi chi ha relamente una vera e propria legislazione fiscalmente federale sono la Regioni a Statuto autonomo e anch'esse in misura diversa fra loro stesse) quindi nel caso italiano anche qui non possiamo parlare di federalismo fiscale in senso stretto ma di forte decentramento che é tutt'altra cosa. Ma allora che cosa ci stanno vendendo? Una cosa diversa: si vuole solo fare in modo che non ci sia travaso di soldi fra Regioni e fra esse e lo Stato; in pratica gettare il seme di una, si spera che sia solo un ipotesi, secessione sottotraccia che é cosa ben diversa. Non sto qui a dire che le regioni del sud se lo meritano perché non sanno governarsi ecc. ecc. perché oltreché retorico non é nemmeno vero (di casi di malgoverno ce ne sono ovunque nel paese e le cronache di questi mesi ne sono una prova ..... per non parlare, questa si che é un invasione, dell'espansione delle mafie nel centro e nel nord incontrastata e nascosta dai media e dai partiti); qui il problema é semplice: si vuole semplicemente mettere su un "qualcosa" per segnare il peso di un partito e questo qualcosa non ha che poco o nulla a che vedere con i principi veri del federalismo che per essere attuati non basta una semplice votazione a colpi di maggioranza ma ci vuole una condivisione generale e, possibilmente, un referendum degli interessati che l'approvi. Non potendo fare un vero federalismo (come e con chi? Credevate realmente che lo volessero?) e non volendo una vera secessione (non siamo popolo da fare queste cose, fra qualche anno di crisi forse ..... ma ora no) cos'hanno inventato? Un pastrocchio, peraltro stasera il Governo (in nome dei patti di sostegno reciproco) lo reitera pari pari, che:
aumenterà la pressione fiscale sui cittadini (altro che non mettere le mani nelle tasche);
creerà doppioni fiscali;
reintrodurrà l'imposta sulla casa (un imposta patrimoniale mascherata, altro che patrimoniale mai);
renderà prigionieri delle lobby, stavolta locali, i cittadini;
consegnerà nelle mani dei burocrati la pubblica amministrazione;
.... e si potrebbe continuare ma mi sono venute le nausee e tralascio il resto. Da segnalare solo che nessuno parla di referendum per farlo approvare, come mai?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore