domenica 6 febbraio 2011

Il vero problema ....

Ecco il risultato delle "scelte" che la nostra "male illuminata" oppisizione ha provocato. Come sanno anche le pietre altrove anziché rassegnarsi a morire di fame e inedia la gente si ribella e rovescia governi e ceti sodali (Tunisia, Egitto ... per ora e si hanno notizie di "proteste" nello Yemen, Libia - dell'amicone dell'amato Capo nostrano - Giordania, Siria .... per non parlare dell'Iran. In europa chi é più danneggiatodala crisi ha fatto sentire la propria voce in maniera forte e chiara: Inghilterra, Francia, Spagna, Islanda, ecc. e anche da noi i giovani, quelli veri non quelli figli della televisione e delle scorciatoie clientelari e come dire .... beh mi avete capito, c'hanno provato: ma senza sponda politica e sociale hanno fatto il possibile, d'altronde quando si ha a mente solo il proprio scranno, i soldi, i contatti con le lobby economico-finanziarie cosa vuoi che contino una generazione andata a putt*** per il loro egoismo; dai sindacati, poi, chi si é adeguato al vento (Uil e Cisl) parla di riforme ma accetta la voce del padrone e chi tentenna, al CGIL, fra il seguire il proprio azionista di maggioranza, gli operai, e le sirene "riformistiche" che li vorrebbero ridotti a puri notai delle decisioni altrui (leggi fiat, leggi letteratura ichiniana ecc.). In un tale quadro come si poteva pretendere che il lider maximo si facesse da parte vista la sua capacità di riuscire a interpretare i sentimenti, più o meno profondi non conta, e le "necessità" dei privilegiati e di chi li vota? E' il simbolo di questo ventennio, se cade lui cadono tutti gli altri: un rapporto simbiotico che é difficilissimo spezzare; più facile é eliminare i due simbionti e ripulire il terreno. In una tal situazione un avveduto Governo si sarebbe prodigato quantomeno ad alleviare gli esiti della paggior crisi dal 1929; invece questo, nel puro spirito benthamiano che lo pervade (nonostante i proclami di chi si ricicla no global, glocal, e tant'altro all'occorrenza a seconda del capriccio e del trend), ha gonfiato a dismisura l'assistenza, Cassa integrazione, senza varare né un serio piano di rilancio né misure sociali che allevino le criticità che tutti sentiamo sulle nostre spalle. Ma in tutti questi anni di cosa si sono occupati? Dei problemi dell'amato capo e, incidentalmente, di cose comuni ma é la prima ad essere l'assillo di tutti. Dopo varie vicissitudini arriviamo all'oggi: ha quasi rischiato di perdere tutto e invece, grazie a più o meno responsabili e "preoccupati", é sempre lì. Temo che siamo alla resa dei conti o rimane lui, magari come Capo dello Stato (un brivido mi corre lungo la schiena), o si cambia tutto. E, ormai, non ne fa più mistero.
Naturalmente la giustizia: pm che non possono fa ricorso alla Corte Costituzionale per abrogare norme; intercettazioni vietatissime; divisione delle carriere; eliminazione del ricorso a gradi superiori di giudizio se la prima sentenza é favorevole all'imputato; processo breve (se non brevissimo); legittimo impedimento "assoluto". Se assommiamo anche le precedenti riforme fatte nelle passate legislature il quadro é chiaro come il sole a mezzogiorno d'estate........
il federalismo: non credo che il Nostro sia realmente interessato a una qualche sorta di federalismo però ha fatto un patto e intende mentenerlo, costi quel che costi: il Parlamento non approva? No problem, si faun decreto legislativo e si fa ingoiare a forza; il Capo dello Stato lo rimanda indietro (immagino l'inkazzatura.......)? No problem si parla di problemi procedurali e si tira dritto; l'alleato nicchia e lui si fa in quattro un pò perché gli servono i leghisti e poi perché ... come ci si permette di rimandare al mittente una deliberazione dell'organo supremo della rivoluzione?
Il Parlamento? Le maggioranze ballerine? Il coofondatore che gira le spalle e se ne va di là? E qual'é il problema? Volete che non ci siano una ventina di persone "bisognose e disagiate" di attenzioni amorevoli in Parlamento? Et voilà, ecco una maggioranza nuova di zecca: con tanto di responsabili fulminati sulla via di damasco (...) cui donare qualche Ministero, sottosegretariato, e quant'altro si possa offrire per legarli a sé..... non ci sono problemi di sorta: la poltrona fa comodo a tutti a maggior ragione se ministeriale.
Economia (1)? Di quale parliamo? Perché qui abbiamo un punto dolentissimo: lo scudo e vari condoni non hanno portato enormi somme e la lotta all'evasione segna vittorie su vittorie su vittorie ..... proprio dell'evasione se come risulta é praticamente raddoppiata in un solo anno! Ma cosa volete che siano queste cose? Quel che conta é che non hanno messo le mani nelle tasche degli ...... evasori; nessuna patrimoniale all'orizzonte (problema sollevato dal pdmenoelle); nessuna tassa sulle rendite finanziarie; nessuna tobin tax; niente di niente: quindi il peso di tutto rimane su chi lavora e sui pensionati mentre chi aspira a costruirsi un futuro dev'aspettare o arrangiarsi o andarsene, altro non c'é... se poi arrivasse il "federalismo" il peso fiscale aumenterebbe ancora e la base impositiva non si allarga, quindi.....
Economia (2)? la rivoluzione liberale é alle porte, ho già detto la mia in proposito, e le magnifiche sorti con la sferzata ipotetica arriverà come un fulmine a ciel sereno e entreremo tutti nell'eden... speriamo che non ci sia il solito "serpentello" che ci apre gli occhi e ci faccia vedere su quela inferno é stato costruito.....
Attueranno il programma ........ era ora!!!! Ma di quale programma si parla? Quello del piano di rinascita, forse? Quello delle elezioni di due anni fa? Quello del dicembre dell'anno scorso? Quello dettato nel solito messaggio alle truppe, in stile piccolo padre, che oggi si può sentire sul sito cui le truppe fanno riferimento? Le masse adoranti aspettano di farsi convincere .........
Cosa manca? Il fermarsi del carro del sole? il 21 dicembre 2012, o simile, che sarà sventato con un solo gesto dell'ultima falange del dito mignolo del piede destro? La cancellazione di tutte le parole che fanno riferimento al concetto "sinistra" (che so mano destra della destra)?
E gli utili idioti? Dove li mettiamo? Hanno un disperato bisogno che tutto rimanga com'é perché nulla cambi per non dovere pagare dazio e quindi pur facendo la faccia feroce non si muovono, rimangono fermi, immobili, non muovono ciglio.......... ricordate la satira su Prodi? Si ecco, quelli.... che fanno? Ma naturalmente fanno: si opponono.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore