domenica 3 luglio 2011

Val Susa: un popolo in lotta...

Oggi c'era la manifestazione nazionale no tav erano attesi decine di migliaia di persone per protestare contro l'inutile opera voluta da una politica, di quasi tutti gli schieramenti, asservita alle lobby finanziarie: costerà, alla fine, più dell'altra follia chiamata ponte dello stretto e non si sa ancora nè se ci passeranno merci o persone ma soprattutto non si sa nemmeno "se" si farà dato che ancora non si capisce se i soldi si troveranno meno, una storia italiana insomma che probabilmente finirà in un nulla di fatto o in un ennesimo regalo ai privati che applicheranno tariffe fuori mercato e batteranno cassa con lo stato bancomat per avere riconosciuti, a nostre spese naturalmente, i mancati profitti. C'erano tutti: associazioni di cittadini, Grillo e grillini (che li ha definiti eroi), cespugli di varie sinistre e cittadini comuni da ogni parte del paese; l'intento era di arrivare al presidio dismesso di Chiomonte dove c'è la recinzione di "protezione" al cantiere per riconquistarlo pacificamente e invece .... ci sono stati feriti, scontri violenti e accuse di aver usato i lacrimogeni come armi sparate ad altezza d'uomo (un giovane pare sia finito in ospedale per averlo ricevuto in bocca o lì vicino) quindi non per controllare eventuali esagitati ma per disarticolare anche chi non era lì per fare violenza.... in ogni caso, a detta degli organizzatori, è andata bene e si è vista una forte partecipazione. E fin qui potrebbe essere una protesta classica: una parte pacifica e un altra che fa casino che si scontra con la polizia; ma c'è un ma: lì da un lato c'è un popolo che protesta e dall'altra c'è lo stato che difende un opera indifendibile.. si può andare avanti così? I media che dicono? Finora c'è una sola campana e c'è un racconto unilaterale che da da pensare mentre l'ascolto delle popolazioni locali risulta pari a zero. Non mi piace la violenza: nè quella delle forze dell'ordine nè quella delle frange estremiste però tutto ciò poteva e può essere evitato se la politica non si fosse messa in testa che i treni debbano passare proprio da lì rompendo equilibri e storie ecosistemi e turismo: insomma a me pare che più ci si addentra in questa storiaccia più mi vengono in mente quelle storie del far west che abbiamo visto al cinema dove gli indiani erano sempre e comunque i cattivi a priori e le giacche blu i buoni sempre e comunque mentre sappiamo benissimo la fine che hanno fatto i primi .......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore