lunedì 16 gennaio 2012

e sempre a proposito degli indigeni..

Questi safari "umani" sono cose orribili e realmente sembra quasi che si voglia che, come sta accadendo a noi "civilizzati", si voglia che anche questi popoli debbano perdere le loro tradizioni e cultura: come ho sostenuto, in risposta a un commento di maresogno, forse questo essere in "sintonia" con la natura sembra quasi che ci desse fastidio e solo se perdono la loro orginalità e assumono i nostri, cosiddetti, valori li sentiamo e li riconosciamo come appartenenti al nostro consesso: ma siamo sicuri che sono proprio loro a dover essere aiutati? O forse non siamo noi a ricevere aiuto? E' chiaro queste considerazioni non vogliono assolutamente significare che da domani tutti dobbiamo correre nudi per campi con ghirlande in testa e flauti suonati da da pan..... in molti casi, come il mio, sarebbe non proprio un piacevole spettacolino, anzi decisamente lo sconsiglierei. Ma potrebbe invece significare, e in questo sono d'accordo con Massimo Fini primitivista ante litteram, che dobbiamo essere noi a riscoprire le nostre radici: in una parola dobbiamo essere noi a riscoprirle e non loro ad elevarsi, si fa per dire perché ho moltissimi dubbi che si tratti di una evoluzione da parte loro, verso di noi. I nostri figli sempre più spesso non giocano all'aperto, come magari noi da piccini, ma in posti a loro riservati (se non in casa) dove sono preservati da eventuali rischi e ferite: cosa giusta se non fosse che l'altro lato della medaglia é il non sempre positivo aspetto che così sviluppano troppo il senso gerarchico (e non equalitario come i loro coetanei che non lo fanno nei suddetti posti) e, altro aspetto non meno importante, perdono la capacità del "meravigliarsi" di fronte ai fenomeni e agli esseri che ne fanno parte; meravigliarsi che stimola anche fantasia e storie che contribuiscono non poco alla loro formazione; non é un caso che sempre più spesso i nostri figli sviluppano sindromi come l'ADHD che ne turbano la crescita e tanto spaventano genitori, prof e ingrassano, in termini economici e non solo, big pharma e strizzacervelli entrambi pronti non ad indagare cosa la causa ma a curarne i sintomi ..... ecco perché, visto che un pò alla volta sembra che qualcosa inizi a muoversi nei paesi avanzati (non da noi perché qui.. vabbè lasciamo stare lo sappiamo, no?), si dovrebbe riscoprire proprio quei valori naturali persi che invece quegli indigeni hanno... forse una parte dello squilibrio potrebbe anche sparire, che ne dite?Sentivo, dopo il post di ieri, di dover aggiungere qualcosa e, pur essendo il mio campo di indagine, cmpletare quello di ieri.... alcune notizie, devo dirlo per correttezza, le ho prese proprio dal saggio di Rifkin sulla terza rivoluzione industriale, particolarmente in materia di ADHD (pag 287 e segg)... come diceva Catalano per la precisione..
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore