lunedì 21 maggio 2012

siamo al centro(sinistra) ... della Grecia.

E' una debacle vera e propria di quella che fu la destra, populista e non, perché ovunque, sia il pdl che la lega le prendono sotto tutti i punti di vista: elettorale; percentuale; politico... praticamente spariscono dallo scenario locale, e ciò fa ben sperare per il prossimo futuro. E' SPARITA: spazzata via. Personalmente mi fa piacere che:




a L'Aquila abbia vinto Cialente, un galantuomo e un validissimo sindaco, peraltro boicottato dalla casta, dimostrando che l'impegno vien premiato, sempre; e s'erano fatte le primarie.

a Palermo abbia vinto Leoluca Orlando contro tutto e tutti. Qui é un ritorno in realtà per un uomo politico che ha già profuso il suo impegno e ora, spero con rinnovato vigore, ricambi il voto con con una capacità di intercettare le richieste dei palermitani e prendere lo slancio per rinnovare l'intero paese; e tutti sappiamo quanto Palermo, la Sicilia (l'aria a quanto mi risulta continua ad essere irrespirabile se pensiamo alle denunce di brogli, per le primarie) e.. il nostro paese intero ne abbia bisogno di persone in gamba che si accollano il peso di scelte politiche, anche impopolari, ma che guardano al futuro.

a Genova abbia vinto Doria con l'appoggio, fra i tanti, della società civile, di Don Gallo e contro lo stesso blocco di potere del pd-l che governa da anni quella regione ..... blocco di potere che va al di là delle appartenenze partitiche. E' la classica dimostrazione che, se le primarie vengono fatte sul serio e si da a noi la possibilità reale di scegliere, il risultato non può che essere questo, ossia l'ascesa di personaggi che ne sono l'espressione e la città non può che risentirne positivamente; e pensare che anche Oltretevere si era sbilanciato e questa vittoria conta anche per questo motivo anzi soprattutto per questo motivo.

nelle zone a forte influenza leghista si vince a mani basse senza se e senza ma.....

.. discorso a parte lo voglio fare per Grillo. Nonostante tutto il boicottaggio messo in campo (anche dagli alti colli) M5S si conferma la vera e nuova forza della politica italiana .... e mi fa piacere, devo dirlo: sono decisamente soddisfatto. Ormai se ne sentiva il bisogno, urgente, di aria fresca nelle aule sorde e grigie delle istituzioni a scuotere la polvere che vi si é posata in decenni di partitocrazia autoreferenziale, autoriproducentesi senza alcun collegamento con la società reale: a tal punto terrorizzata dal perdere lo scranno che sta chiudendo occhi e orecchie e votando tutto il votabile per prorogare questa disgraziatissima legislatura ben sapendo che dalla prossima in poi non ci sarà più trippa per gatti, soprattutto quelli ben pasciuti...... e da ora proprio con il popolo grillino che ci si dovrà confrontare; senza di esso non si va da nessuna parte. E' anche vero che M5S ha dovuto penare pochissimo per vincere e/o affermarsi nel quadro politico italiano vista la pochezza dei suoi avversari e la mancanza di una qualunque linea alternativa al potere imperante rappresentato oggi da Monti, ieri da mr. B e prima da ... Prodi tutte espressioni diverse dello stesso quadro generale che non ha mai messo in discussione, né mai pensato di farlo. E' da tempo che qui in rete blog come il mio dicono chiaramente che i tempi son cambiati e che non può essere sempre lo stesso pantalone a pagare mentre altri si godono la festa... Bene M5S é espressione di questo pantalone che si é stufato di pagare a pié di lista le avventure della cosiddetta "(anti)politica" sentendosi poi dire che ha "vissuto al di sopra delle proprie possibilità": una balla colossale con a quale negli ultimi 30 anni l'hanno fregato. A lungo la storiella non poteva durare, prima o poi il tessuto sociale doveva sviluppare gli anticorpi e, devo anche dire, che forse ci sta andando bene perché, come dice lo stesso Grillo, al posto del M5S ci potevamo cuccare anche qui .... un alba dorata. Stasera sentivo De Bortoli che esprimeva, non senza un certo fastidio per le liste grilline, che ora li aspetta al pezzo: é vero, le aspettative son tante ma con la legislazione nazionale che ci ritroviamo un singolo sindaco non é che possa fare molto.... ecco perché ora M5S a quello deve puntare e dev'andarci dritto come una freccia, e al più presto possibile prima che la partitocrazia li risucchi nel pantano attuale: continuino a non dire nulla perché tanto gli altri di casini ne faranno facilitandogli il lavoro ma ora non si fermino sugli allori, vadano spediti avanti. Ben venga, quindi, M5S e, se sapranno governare in maniera diversa da come fatto finora, ben vengano anche i movimenti sociali che dietro M5S si stagliano all'orizzonte perché, lo ripeterò fino alla nausea, su questa strada intrapresa ora siamo vicini alla Grecia (intanto puppiamoci, e ne parlerò domani sera, 475 mila dipendenti pubblici in meno.. e voglio proprio vedere come ospedali, biblioteche, scuole funzioneranno... così come vorrò vedere dopo il taglio alle pensioni di invalidità come si farà.....) mentre, come tanti altri, vorrei essere tanto, ma tanto, vicino ... all'Islanda.



NON BASTA ANDARE A BERLINO DOPO STALINGRADO... ORA SI DEVE ELIMINARE ANCHE L'IMPERO!!!!!!



Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore