giovedì 16 maggio 2013

lista della spesa.......ora tocca all'abi

Si sa che la politica da qualche anno  debole; si sa anche che che, a meno di non essere mr.b, servono tanti soldi per sostenersi: chi li ha i soldi? Le banche, naturalmente..... direttamente o attraverso le fondazioni bancarie infiltrate e ingolfate di politici. Naturalmente il trattamento di favore ha delle contropartite, eccole: naturalmente si va solo ad aggiungere al resto.
Siamo al record negativo dei trimestri di recessione eppure siamo alle solite: da un lato il governo annuncia piani straordinari (ricordando in questo i continui annunci alla fine della guerra, la seconda, dell'arma fine di mondo che ne avrebbe ribaltato le sorti), riforme, cambiamenti di passo, dall'altro la realtà sempre peggiore che vede piccoli segmenti arricchirsi a sproposito e la gran massa che davanti a se vede solo il burrone e sulla quale viene spinta dal suo stesso peso..
non è consolante che anche Francia e Germania cominciano a sentirne il peso: o meglio lo è dal punto di vista egoistico perchè ci fa pensare che se loro trovano la strada noi ci potremmo accodare.. non lo è se guardiamo il nostro caso che assomma, si, la crisi economica a un ceto dirigente appiattito sull'europa e che non ha alcuna intenzione di abbandonare l'idelogia mercatista ma ha pure peculiarità proprie: a partire proprio dal ceto dirigente incapace e troppo autoreferenziale, da Corea del nord per fare un esempio, piegato tutto agli interessi finanziari di cui è portatore ma c'è anche altro, ossia una commistione estrema di un parte consistente della società e della sua rappresentanza politica su interessi di un singolo, dietro cui nascondersi e fare il proprio comodo... fa specie che il massimo custode della costituzione e delle istituzioni non abbia fatto altro, dopo essere stato pregato di continuare a mantenere la carica dalla quale era decaduto per fine mandato, che puntellare il tutto con un inciucio (l'ennesimo) per tenere in piedi proprio il sistema che ha creato questi guasti: ci sarebbe voluto altro, molto altro e non i valzer sulle intercettazioni, sulla riforma della giustizia, sulla separazione delle carriere ecc. anzichè impiegare i fondi (a partire dalla parte "interessi" sul debito da NON pagare passando sulle cosiddette grandi opere per finire sul licenziamento dei grossi papaveri della P.A. e in via del tutto straordinaria l'uso della CdP vera banca postale) per pompare soldi nell'economia e favorire le condizioni della cosiddetta crescita.. non sto qui a ripetere cosa farei io nel dettaglio perchè basta andare indietro con i post per vederlo ma se uno qualsiasi lo capisce allora i professoroni perchè non se ne accorgono? Semplice: perchè così hanno un ruolo, altrimenti sarebbero disoccupati anche loro....
Tornando alla cosiddetta europa: state certi che Francia e Germania la via la troveranno eccome e senza molti riguardi per gli altri d'altronde è già accaduto quando nel 2005 i due paesi, insieme agli italiani, imposero agli altri l'accettazione dello sforamento del rapporto deficit/pil (infatti i due paesi misero mano alla struttura economica scaricando sugli altri paesi le proprie contraddizoni economiche, noi no.... continuammo a fare le cicale e a credere alla fine del tunnel a che i ristoranti erano pieni, che andava tutto bene ecc. ecc. mentre in realtà si affondava e chi poteva si salvava i propri interessi lasciando agli altri la patata bollente; ora nulla toglierebbe che lo facciamo noi: e se gli altri non dovessero essere d'accordo, peggio per loro...... non è un caso che paesi non UE, come la Svezia per fare un nome, non siano così messi male mentre nei paesi UE, a trazione franco-anglo-tedesca, la realtà è quella che è, giusto? Ora che fare? Innazitutto mandare a casa l'attuale ceto dirigente e si suoi sodali poi viene tutto il resto: ci vorranno anni e sarà dura ma se vogliamo ridare speranza e futuro va estirpato il cancro e non va fatto diventare metastasi estesa.. devo dar ragione ai penstellati, e al loro guru, quando sostengono che siamo proprio allultimo treno "per Yuma"...... dopo non ne partiranno altri e potremo solo sorridere amaro nel guardare la catastrofe che ci si abbatte addosso sapendo che altro che si poteva fare, bastava solo che ognuno lasciasse l'angolo nel quale s'è rintanato nella vana speranza di non esserne toccato...
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore