domenica 16 giugno 2013

arriva il decreto del (dis)fare...

C'è, ben nascosto, la norma salva-ilva, naturalmente.... ben nascosta. Ci sono tutta una serie di cose che andrebebro viste una ad auna ma per questo, se vi va di leggerlo, c'è il Decreto sul sito del Governo.
  1. Salta agli occhi l'ammorbidimento di Equitalia verso le prime case; ma il contribuente perde l'immunità: ossia se ha problemi con altri, privati, Equitalia acquisisce un diritto di prelazione se la casa di proprietà viene messa all'asta comunque.... se non è zuppa e pan bagnato.
  2. Così come per le Infrastrutture è vero che il fondo creato di 2 mld di euro son presi da TAV, Ponte, Terzo valico ecc. ma non significa che l'italia, come si auspica, rinuncia al TAV o al Ponte anzi ... ma solo che si distribuiscono risorse ai cantieri in corso ora.
  3. Ci sono sconti in bolletta perchè viene cancellato il cosiddetto dal primo gennaio 2014 il Cec (il Costo evitato di combustibile) che è il parametro su cui si calcolano alcuni sussidi ai produttori dipenderà dal prezzo del gas sul mercato (oggi molto basso) e meno da quello del petrolio, ma ...... tutte le altre prebende che ci ritroviamo in bolletta .... rimangono; e il cosiddetto mercato si riprenderà lo sconto ma "legalmente" stavolta.
  4. E le imprese? il modo più efficace per far ripartire i prestiti alle piccole e medie imprese è aumentare la dotazione del Fondo centrale di garanzia, uno strumento finanziario che permette di garantire parte del credito chiesto dagli imprenditori alle banche facendo diminuire il rischio del prestito e spingendo quindi le banche a erogare il finanziamento. Il “decreto del fare” prevede la possibilità di coprire con la garanzia del Fondo fino all’80 per cento dell’operazione nel caso di imprese che vantano crediti verso la pubblica amministrazione. Il problema è che il potenziamento del Fondo viene stabilito solo in via di principio, per trovare le risorse bisognerà aspettare la legge di Stabilità in autunno (la ex Finanziaria). I benefici di questo intervento molto atteso – una dotazione di 3 miliardi dovrebbe attivarne 50 di finanziamenti – non si vedrà prima dell’inizio del nuovo anno. Entro 60 giorni il ministero dello Sviluppo e quello dell’Economia fisseranno le regole di accesso al Fondo. Partirà più in fretta il sostegno da 5 miliardi alle imprese che devono acquistare macchinari, assicurato dalla Cassa depositi e prestiti: fino a 2 milioni per ciascuna azienda
  5. Arriva la CDP, nessuna paura arriva arriva.... è la società che "gestisce" il risparmio postale, un monte di soldi nostri, e che si farà parte negli affari, anche con i privati che chiedono prestiti e mutui, ma c'è un ma ...... le banche, piene di soldi, non danno prestiti? Nessun problema lo farà la CDP.. attraverso una società creata d hoc sulla quale si scaricheranno i finanziamenti erogati: la fregatura è che questo sistema del prestito è lo stesso che ha fatto enormi danni negli USA nel mercato immobiliare costringendo lo Stato a d intervenire per coprire i buchi.. avremo l'onore anche da noi di vedere in azione siffatta speculazione? Parrebbe di si.... la società ad hoc emetterà obbligazioni basate sull'ABS (asset-backed securities) si proprio la tipologia che ha creato la prima crisi del 2007/2008.....
  6. Giustizia? Giudici onorari e arbitrati obbligatori: è questa la ricetta per l'arretrato... ma le leggi ad personam e il falso in bilancio che sono le fondamenta dei problemi italioti? Nulla di nuovo.... dati per scontato.
  7. Scuola e Università. 100 mln per l'edilizia e borse di studio per "studenti meritevoli": pochini....... basterebbero i 98 mlnd degli F35 per mutare il destino della pubblica istruzione definitivamente ... questo non è nemmeno un tampone ma un pannicello caldo per tenerci buoni... niente nemmeno sulla chiusura del finanziamento alle scuole private, tutto come prima. Si potranno assumere qualche migliaio di professori e precari e sblocco del turn over per i prof delle scuole, un pò poco....
  8. Wi-fi libero; vien previsto la non identificazione dell'utente e poc'altro ma la rete? Chi la gestisce? I cinesi? Qui si gioca la vera partita della rete libera....
  9. Debiti PA. Si prevedono forme di indennizzo per gli enti che non pagano entro un certo tempo.... ma cosa cambia se poi si prevede di tagliare? Mi pare almeno contraddittorio....
  10. Diminuzione degli oneri per le imprese; bene se ...... non fosse che gli oneri in questione non comporteranno "assunzioni" ma semplicemente meno tasse, un pò poco....
e di IMU? E di Tares? E di IVA? Niente, no si sa nulla....  ha evitato di affrontare il problema ben sapendo che non si possono eliminare...... a dicembre aumenteranno: chissà perchè mi viene in mente che a dicembre ci sono le tredicesime, quindi se le riprendono pari pari...... una furbata vera e propria.
Vi pare un decreto del fare o una riedizione dei Salva-Italia e Cresci-Italia di montiana memoria?
.... a me la riposta pare ovvia, e a voi?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore